Come Creare una Brochure Usando Google Docs

Questa guida descrive come usare Google Docs per creare una brochure.

modificaPassaggi

modificaImpostare il Documento

  1. Decidi che aspetto deve avere la tua brochure. Queste pubblicazioni sono di molte forme e dimensioni. Vuoi che sia grande come una lettera e con molte pagine, oppure in formato busta e con tre parti pieghevoli? Spesso è una buona idea creare e piegare una bozza su un foglio bianco prima di cominciare.
    Make a Brochure Using Google Docs Step 1 Version 3.jpg
  2. Apri la pagina http://docs.google.com su un browser.
    Make a Brochure Using Google Docs Step 2 Version 3.jpg
    • Se ti viene chiesto, esegui l’accesso con e-mail e password del tuo account Google.
  3. Clicca il pulsante blu . Lo troverai sul documento chiamato “Nuovo” nella parte in alto a sinistra della finestra.
    Make a Brochure Using Google Docs Step 3 Version 3.jpg
    • Se preferisci usare un modello di Google invece di creare da solo la brochure, clicca su GALLERIA MODELLI nell’angolo in alto a destra della finestra, poi scorri in basso alla sezione “Lavoro” e scegli un modello di brochure.
    • Se non vedi i modelli nella parte alta della finestra, clicca il pulsante ≡ nell’angolo in alto a sinistra, poi Impostazioni e spunta Visualizza modelli recenti sulla schermata home.
  4. Clicca “Documento senza titolo” nell’angolo in alto a sinistra della finestra.
    Make a Brochure Using Google Docs Step 4 Version 3.jpg
  5. Scegli un nome per la brochure.
    Make a Brochure Using Google Docs Step 5 Version 3.jpg
  6. Clicca nella barra degli strumenti e . Si aprirà una finestra di dialogo in cui puoi configurare la dimensione del foglio, l’orientamento della pagina e i margini.
    Make a Brochure Using Google Docs Step 6 Version 3.jpg
  7. Modifica le impostazioni della pagina. Fallo in base all’aspetto che deve avere la brochure.
    Make a Brochure Using Google Docs Step 7 Version 3.jpg
    • Ad esempio, se stai creando una brochure standard, a due facce e piegata in tre parti, cambia l’orientamento del foglio in “Orizzontale”, lascia la dimensione su “Lettera” e riduci i margini a 0,5 cm su tutti i lati; i margini di 2 cm sprecano troppo spazio quando un foglio è piegato in tre.
  8. Clicca .
    Make a Brochure Using Google Docs Step 8 Version 3.jpg
  9. Clicca nella barra degli strumenti.
    Make a Brochure Using Google Docs Step 9 Version 3.jpg
  10. Clicca e . Si aprirà una finestra di dialogo in cui puoi impostare il numero di colonne nel documento e lo spazio tra di esse.
    Make a Brochure Using Google Docs Step 10 Version 3.jpg
  11. Scegli il numero di colonne. Fallo in base all’aspetto che deve avere la brochure.
    Make a Brochure Using Google Docs Step 11 Version 3.jpg
    • Continuando con l’esempio della brochure piegata in tre parti, crea tre colonne, distanziate di 1 cm; una volta piegato il foglio, ogni terzo avrà un margine di 0,5 cm su tutti i lati.
  12. Clicca la prima riga della prima colonna.
    Make a Brochure Using Google Docs Step 12 Version 3.jpg
  13. Clicca nella barra degli strumenti e .
    Make a Brochure Using Google Docs Step 13 Version 3.jpg
  14. Clicca il primo quadrato (1×1) nel menu a tendina.
    Make a Brochure Using Google Docs Step 14 Version 3.jpg
  15. Clicca il bordo della tabella e trascinalo fino al termine della prima colonna.
    Make a Brochure Using Google Docs Step 15 Version 3.jpg
    • Ripeti questi passaggi per tutte le colonne della brochure.

modificaCreare le Copertine

  1. Trova la copertina. Per la natura delle pubblicazioni stampate su entrambi i lati, la posizione della copertina varia in base al numero di pagine o di pieghe della brochure.
    Make a Brochure Using Google Docs Step 16 Version 2.jpg
    • La copertina di una brochure piegata in tre parti è la colonna più a destra della prima pagina.
  2. Clicca in un punto vicino all’inizio della copertina.
    Make a Brochure Using Google Docs Step 17 Version 2.jpg
  3. Scrivi il titolo della brochure. Di solito il testo di un titolo è più grande ed evidente del resto del documento. Il titolo di copertina è spesso quello più grande e vistoso di tutta la brochure. Tipicamente è interessante o contiene delle informazioni.
    Make a Brochure Using Google Docs Step 18 Version 2.jpg
    • Usa gli strumenti di modifica per scegliere lo stile che preferisci (corsivo, grassetto, sottolineato), il colore, la dimensione e l’allineamento (spesso i titoli sono centrati) del titolo.
  4. Aggiungi un’immagine alla copertina. ࣼÈ importante che la prima pagina della brochure abbia una bella immagine, in modo da illustrare lo scopo della pubblicazione e attirare l’interesse dei lettori.
    Make a Brochure Using Google Docs Step 19 Version 2.jpg
    • Per aggiungere un’immagine, clicca Inserisci nella barra degli strumenti, poi Immagini….
    • Seleziona o scatta una foto, poi usa il mouse per spostarla e ridimensionarla come preferisci.
    • Clicca un’opzione di impaginazione. Per una brochure piegata in tre parti, il testo dovrà girare intorno all’immagine, quindi clicca Testo a capo in fondo all’immagine inserita. L’opzione Interrompi testo significa che il testo si fermerà sopra l’immagine e continuerà sotto. Anche questa è una scelta accettabile, in particolare per i pannelli piccoli di una brochure di tre parti. In linea indica che l’immagine sarà in pratica incollata in mezzo al testo e questo può provocare problemi di formattazione in una brochure.
  5. Trova la quarta di copertina. Per la natura delle pubblicazioni stampate su entrambi i lati, la posizione della quarta di copertina della brochure varia in base al numero di pagine e pieghe.
    Make a Brochure Using Google Docs Step 20 Version 2.jpg
    • La quarta di copertina della brochure è la colonna centrale della prima pagina.
  6. Clicca la quarta di copertina.
    Make a Brochure Using Google Docs Step 21 Version 2.jpg
  7. Aggiungi le informazioni di contatto o per approfondire l’argomento. L’ultimo pannello di una brochure include spesso informazioni sui passaggi da seguire o sui metodi per contattare l’organizzazione che l’ha pubblicata. In alcuni casi, è pensato come modulo per le spedizioni, in modo che la brochure possa essere spedita senza busta.
    Make a Brochure Using Google Docs Step 22 Version 2.jpg
  8. Aggiungi un’immagine. Anche le immagini sul retro rendono la brochure più interessante e spingono le persone a raccoglierla.
    Make a Brochure Using Google Docs Step 23 Version 2.jpg

modificaCreare i Pannelli Interni

  1. Clicca sul primo pannello interno. Qui aggiungerai il testo e le immagini che contengono le informazioni che vuoi divulgare con la brochure.
    Make a Brochure Using Google Docs Step 24 Version 2.jpg
    • Nell’esempio del foglio piegato in tre parti, si tratta del primo pannello a sinistra della seconda pagina o di quello più a sinistra della prima pagina, perché si tratta dei primi due che il lettore vedrà quando aprirà la brochure.
  2. Scrivi o incolla il testo nei campi appositi.
    Make a Brochure Using Google Docs Step 25 Version 2.jpg
  3. Modifica il testo. Per farlo, selezionalo con il cursore e usa gli strumenti nella parte alta della finestra.
    Make a Brochure Using Google Docs Step 26 Version 2.jpg
    • Le intestazioni degli articoli sono spesso scritte in grassetto o in corsivo e in alcuni casi utilizzano un carattere diverso dal testo principale della brochure.
    • Il corpo del testo è di solito in formato 10 o 12 punti. Spesso i titoli sono più larghi.
    • Usa i pulsanti di allineamento per disporre il testo nella pagina.
      • Il testo delle colonne è di solito allineato a sinistra o giustificato.
      • Spesso i titoli sono allineati a sinistra, centrati o giustificati.
  4. Aggiungi delle immagini. Le foto aiutano a dare maggiore enfasi al testo e attirano l’occhio del lettore.
    Make a Brochure Using Google Docs Step 27 Version 2.jpg
    • Per aggiungere un’immagine, clicca Inserisci nella barra degli strumenti, poi Immagine….
    • Seleziona o scatta una foto, poi usa il mouse per spostarla e ridimensionarla come preferisci.
    • Clicca un’opzione di impaginazione. Per una brochure piegata in tre parti, il testo dovrà girare intorno all’immagine, quindi clicca Testo a capo in fondo dell’immagine inserita. L’opzione Interrompi testo significa che il testo si fermerà sopra l’immagine e continuerà sotto. Anche questa è una scelta accettabile, in particolare per i pannelli piccoli di una brochure di tre parti. In linea indica che l’immagine sarà in pratica incollata in mezzo al testo e questo può provocare problemi di formattazione in una brochure.
  5. Stampa o condividi il file. Una volta pronto a stampare la brochure, clicca File nella barra degli strumenti e poi su Stampa. Dal menu File, puoi anche scaricare il documento in un altro formato, oppure spedirlo per e-mail a chi preferisci.
    Make a Brochure Using Google Docs Step 28.jpg
    • Google Docs salva automaticamente i file.

Continua a leggere

Come Scrivere un’Autobiografia

Qual è la tua storia personale? Chiunque abbia vissuto una vita piena ha sicuramente qualche racconto affascinante da condividere con il resto del mondo. Il segreto nella scrittura di un’autobiografia è trattarla come un bel romanzo: devono essere presenti un protagonista (tu), un conflitto o un problema principale e un insieme di personaggi secondari carismatici che catturino l’interesse dei lettori. Dovresti pensare a un tema importante o un’idea ricorrente nella tua vita, attorno a cui costruire la storia. Continua nella lettura dell’articolo per imparare come modellare la narrazione e come perfezionare il tuo modo di scrivere per renderla una pubblicazione eccezionale!

modificaPassaggi

modificaCreare una Mappa della tua Vita

  1. Scrivi una cronologia della tua vita. Inizia il lavoro con una ricerca sui momenti salienti della tua vita. Organizzando in una linea del tempo gli avvenimenti che ti hanno coinvolto avrai la sicurezza di includere tutte le date e tutti gli eventi importanti, ottenendo subito una struttura di base piuttosto completa da cui partire. Puoi considerare questa come una fase di brainstorming, quindi scrivi senza paura tutto ciò che ti viene in mente, anche se alcuni argomenti non ti convincono pienamente.
    Begin a Novel Step 8.jpg
    • L’autobiografia non deve partire obbligatoriamente dalla tua nascita: potresti includere anche una breve storia della tua famiglia. Annota delle informazioni sui tuoi antenati, sulla vita dei tuoi nonni, dei tuoi genitori e così via: partendo con una breve panoramica della tua famiglia darai ai lettori un’idea preliminare di ciò che ti ha reso la persona che sei.
    • Cosa è successo durante la tua adolescenza? Cosa ti ha spinto a prendere le decisioni che hanno indirizzato la tua vita?
    • Hai frequentato l’università? Scrivi qualcosa riguardo a questi anni di transizione.
    • Non dimenticarti della tua carriera lavorativa, delle tue relazioni, dei tuoi figli e di qualunque altro evento importante che ti sia accaduto.
  2. Individua i personaggi principali. Ogni buona storia ha personaggi secondari interessanti, sia aiutanti che antagonisti, che aiutano la trama a procedere nel proprio percorso. Chi sono queste persone nella tua vita? Certamente i tuoi genitori saranno importanti, così come il tuo partner e altri parenti stretti. Cerca di pensare anche al di fuori della tua famiglia e individuare altri che hanno influenzato la tua storia e che dovrebbero avere un ruolo nel tuo racconto personale.
    Know if Your Book Is Worth Publishing Step 6.jpg
    • Insegnanti, allenatori, consiglieri e capi sono sempre molto importanti nella vita di ognuno. Decidi se qualcuno che sia stato per te un modello (o l’opposto) debba avere una parte nella tua opera.
    • Ex fidanzati potrebbero avere una piccola parte in alcuni aneddoti interessanti.
    • Chi sono stati i tuoi nemici? La tua storia risulterà noiosa se non includi qualche conflitto importante.
    • Altri personaggi particolari, come animali, persone famose che non hai mai incontrato e anche città e luoghi che ti stanno a cuore sono spesso punti di naturale interesse in un’autobiografia.
  3. Individua le storie migliori. Un racconto completo sulla tua vita diventerebbe certamente molto lungo e prolisso, per cui dovrai decidere quali aneddoti includere e quali scartare. Inizia a costruire la bozza preliminare scrivendo le storie principali, che dovrai poi cucire insieme per ottenere un quadro interessante della tua narrazione personale. Ci sono alcuni argomenti fondamentali che vengono quasi sempre inclusi nelle autobiografie, dato che i lettori li trovano particolarmente affascinanti:
    Write a Poem About Someone You've Lost Step 6 Version 2.jpg
    • La storia della tua infanzia. Che sia stata felice o traumatica, dovresti sempre raccontare qualche aneddoto che rappresenti chi eri e cosa hai passato nei tuoi primi anni di vita. Puoi narrare la tua infanzia suddividendola in piccoli episodi che diano un’idea della tua personalità: la reazione dei tuoi genitori quando hai portato a casa un cagnolino randagio, quella volta in cui sei fuggito dalla finestra della scuola e non sei tornato per 3 giorni, la tua amicizia con un senzatetto che viveva nel bosco… Dai sfogo alla tua creatività!
    • La tua adolescenza. Questo periodo impetuoso, spesso infarcito di episodi piccanti, è sempre molto interessante per i lettori. Ricordati che non devi per forza scrivere storie uniche e inaudite: tutti attraversano queste fasi. L’importante è raccontare qualcosa di affascinante.
    • La storia dei tuoi grandi amori. Potresti anche scrivere l’esatto contrario, ovvero raccontare la tua lunga ma vana ricerca dell’amore.
    • La crisi d’identità. Solitamente questa avviene fra i 40 e i 50 anni, per questo è anche chiamata “crisi di mezza età”.
    • I momenti in cui hai affrontato delle forze maligne. Non tralasciare i conflitti più importanti della tua vita, come una battaglia contro una dipendenza, un partner possessivo, un pazzoide che voleva sterminare la tua famiglia, e così via.
  4. Scrivi come se parlassi in prima persona. Un lettore che apprezza le autobiografie vuole immedesimarsi nei panni di qualcun altro: scrivere come se fossi proprio tu a narrare a voce è una maniera sicura di mantenere il pubblico sempre interessato. Se il tuo modo di scrivere risulta troppo formale e rigido, oppure se il libro sembra un componimento scolastico invece di un’esposizione sentita della tua storia, i lettori faranno fatica a leggere tutta l’opera.
    Write a Column Step 9.jpg
    • Scrivi immaginando di dover raccontare tutto a un amico fidato, usando una prosa chiara, precisa e non troppo farcita di parole complesse che usi raramente.
    • Cerca di rivelare la tua personalità: sei una persona spiritosa? Intelligente? Hai una sviluppata spiritualità? Tendi a essere drammatico? Non trattenerti, è importante che i tuoi tratti caratteristici si notino dalla maniera in cui racconti.
  5. Narra con sincerità. Non serve essere troppo esplicito, ma è comunque importante che tu riveli la verità (e anche alcuni segreti) su di te e sulla tua vita. Evita che il libro diventi una lista dei tuoi successi, nascondendo gli eventi negativi come fossero polvere sotto il tappeto. Presentati a tutto tondo, indicando sia pregi che difetti, così che i lettori possano immedesimarsi in te ed essere sempre dalla tua parte mentre avanzano lungo la tua narrazione.
    Present a Science Project Step 12.jpg
    • Cerca di non metterti sempre e solo sotto una luce positiva. Puoi anche avere le tue particolarità e negatività rimanendo sempre protagonista. Rivela i tuoi errori e non omettere le volte in cui hai deluso sia te che le persone al tuo fianco.
    • Esterna i tuoi pensieri interiori. Condividi idee e opinioni, comprese quelle che farebbero discutere. Rimani sempre fedele alla tua personalità in tutto il libro.
  6. Cattura la natura del contesto. Come è stata influenzata la tua vita dai momenti storici che hai attraversato? Quali guerre hanno modificato le tue idee politiche? Quali eventi culturali ti hanno dato ispirazione? Discutere i grandi cambiamenti del mondo durante la tua vita è un ottimo modo di rendere il tuo racconto più interessante e coinvolgente.
    Write About Your Family Step 11.jpg

modificaModellare la Narrazione

  1. Crea una trama complessiva. Ora che hai deciso quali contenuti includere nella tua autobiografia, pensa a come strutturarla: come ogni buon libro, alla tua opera serve una trama coinvolgente. Usa il materiale che hai raccolto per creare una storia interessante, che si sviluppi in un crescendo fino al momento di massima tensione e alla fine trovi la sua risoluzione. Idea il tuo arco narrativo organizzando e completando le memorie e gli aneddoti che hai scritto, in modo che siano scorrevoli e connessi logicamente.
    Write a Novel Using Your Journal Step 3 Version 2.jpg
    • Qual è stato il tuo problema principale? Quale ostacolo ti ha richiesto anni per essere superato o risolto? Potrebbe essere una malattia diagnosticata in età infantile, una relazione tumultuosa, una serie di problemi nella carriera lavorativa, un obiettivo per cui hai dovuto lavorare anni prima di poterlo raggiungere o qualsiasi altra tipologia di eventi simili. Pensa ai tuoi libri e film preferiti per avere altre idee interessanti.
    • Crea tensione e suspense nel lettore. Struttura la narrazione in modo che ci siano varie storie che portano all’apice del conflitto; se per esempio il punto centrale è il tentativo di partecipare alle Olimpiadi Invernali, guida il lettore a questo momento con delle storie di piccoli successi e grandi fallimenti. Dovrai fare in modo che il pubblico si chieda: “Ce la farà? Sarà in grado di avere successo? Che cosa accadrà prossimamente?”.
    • Affronta il climax. Giungerai a un punto in cui il conflitto dovrà arrivare al suo momento topico: è arrivato il giorno della competizione più importante, ti scontri faccia a faccia con il tuo peggiore nemico, la tua dipendenza dal gioco d’azzardo diventa sempre più pesante fino a farti perdere tutti i tuoi risparmi, e così via.
    • Concludi con la risoluzione del problema. Moltissime autobiografie hanno una conclusione felice, perché l’autore è riuscito a scrivere la storia (e si spera anche a farla pubblicare). Anche se la fine del tuo racconto non è stracolma di gioia, dovrebbe lasciare comunque una sensazione di profonda soddisfazione: ad ogni modo hai raggiunto il tuo obiettivo o superato il problema principale. Anche se non hai ottenuto la vittoria decisiva, sei giunto a patti con la sconfitta e ne hai guadagnato in saggezza e giudizio.
  2. Decidi da che momento cominciare il racconto. Puoi tranquillamente scrivere una semplice cronologia della tua vita, iniziando dalla nascita e concludendo con il presente, ma se mescolerai un po’ gli episodi otterrai una storia molto più accattivante.
    Get on the Honor Roll Step 2.jpg
    • Potresti incorniciare la narrazione con delle riflessioni attuali sugli eventi raccontati, sfruttando una serie di flashback.
    • Una buona idea sarebbe partire da un momento fondamentale della tua infanzia, tornare indietro nel tempo per raccontare la storia dei tuoi antenati, quindi procedere fino agli anni dell’università e continuare con la tua vita lavorativa, inserendo qua e là degli aneddoti infantili come momento umoristico e di distensione.
  3. Intreccia le tematiche. Sfrutta i temi principali della tua vita come “collante” fra gli episodi, unendo il passato al presente. Oltre al conflitto principale, quali argomenti sono stati importanti durante la tua vita? La predilezione per alcune vacanze particolari, la tua passione per un luogo speciale che hai visitato molte volte, una tipologia di persona per cui hai sempre perso la testa, una ricca spiritualità che ti ha sempre contraddistinto, eccetera. Richiama spesso i temi importanti, così da fornire un’immagine ben coesa della tua vita.
    Write a Column Step 6 Version 2.jpg
  4. Fai un passo indietro e rifletti. Stai narrando le conquiste della tua vita, ma cosa hai imparato esattamente? Racconta intenzioni, desideri, sentimenti di sconfitta o di gioia, lezioni di saggezza che ti hanno segnato e così via, descrivendo i tuoi pensieri profondi lungo tutto il libro. Distaccarsi dallo svolgimento della storia per riflettere sul significato interiore degli avvenimenti è un modo ottimale di dare profondità al racconto.
    Write a College Admissions Essay Step 16.jpg
  5. Suddividi la storia in capitoli per dare al libro una struttura di base. Questo ti sarà molto utile, perché ti permetterà di passare senza problemi a diversi argomenti e periodi della tua vita. L’espressione “si apre un nuovo capitolo” (o “si è chiuso un capitolo della vita”) viene usata spesso e per buoni motivi, quindi va bene sfruttare la stessa idea nella stesura di un’autobiografia. Dividendo il racconto in capitoli potrai saltare avanti di 10 anni, tornare indietro nel tempo, descrivere una tematica diversa e così via, senza rischiare di confondere il lettore.
    Write a Book Quickly Step 16.jpg
    • Cerca di terminare i capitoli in maniera commovente o lasciando un senso di suspense, in modo che il lettore non veda l’ora di passare al successivo.
    • L’inizio di un nuovo capitolo è un buon momento per vedere il tuo passato da una distanza maggiore, descrivendo l’ambientazione dei nuovi eventi e impostando il tono del racconto di ciò che segue.

modificaRivedere il Libro

  1. Assicurati di raccontare i fatti correttamente. Controlla con attenzione le date, i nomi, le descrizioni degli avvenimenti e altri dettagli che vuoi includere nella tua storia, in modo da avere la sicurezza che non ci siano errori. Anche se è il tuo racconto, non devi inserire informazioni errate su ciò che narri.
    Write a Book Quickly Step 8.jpg
    • Puoi prenderti qualche piccola libertà riguardo i tuoi obiettivi e le tue intenzioni, ma non inventare conversazioni con persone reali e non alterare eventi effettivamente accaduti. Certo, è impossibile ricordare tutto alla perfezione, ma cerca sempre di rappresentare la realtà nella maniera più veritiera possibile.
    • Chiedi il permesso di indicare i nomi delle persone o inserisci delle citazioni, se vuoi includere cose che sono state dette o fatte da altri. Alcuni non desiderano apparire come personaggi secondari nelle autobiografie altrui, per cui cerca di rispettare la loro volontà quando li descrivi (o modifica i loro nomi se ti è proprio necessario).
  2. Correggi la bozza. Quando avrai terminato la scrittura della prima bozza, rileggila scrupolosamente. Riorganizza i vari passaggi, i paragrafi e anche interi capitoli, se ti sembra necessario. Sostituisci le parole troppo colloquiali e rendi il tuo lessico più chiaro e interessante. Verifica approfonditamente la grammatica e la scansione letterale delle parole.
    Write a Resume As an Older Job Seeker Step 10.jpg
  3. Condividi il tuo scritto con altre persone. Presenta l’autobiografia al tuo club di lettura o ad alcuni amici che ti possano dare un’opinione esterna: anche gli aneddoti che per te sono incredibilmente divertenti potrebbero risultare noiosi per altri. Raccogli le opinioni di più persone possibile, in questo modo avrai un’idea completa di come il tuo libro potrà essere percepito dai lettori.
    Write a Resume As an Older Job Seeker Step 5.jpg
    • Se molti ti consigliano di eliminare una certa parte del racconto, rifletti a fondo sul suggerimento.
    • Cerca di ottenere le opinioni di persone al di fuori della tua famiglia o del circolo dei tuoi amici. Chi ti conosce da tempo potrebbe non volerti deludere con commenti negativi oppure potrebbe darti un’opinione deviata, soprattutto se compare direttamente nella storia.
  4. Assumi un editor. Un buon editor eliminerà le imperfezioni nella scrittura e migliorerà decisamente le parti meno interessanti. Che tu voglia rivolgerti a un editore professionista, o che desideri pubblicare autonomamente il libro, non è mai una cattiva idea rivolgersi a un editor di professione quando hai completato la bozza.
    Write a Buy Sell Agreement Step 3 Version 2.jpg
  5. Decidi un titolo. Questo dovrebbe riflettere il tono e lo stile del tuo libro, oltre a essere intrigante e a catturare l’attenzione del pubblico. Scegli un titolo breve e particolare, anziché uno troppo lungo e difficile da ricordare. Potresti anche intitolare il libro con il tuo nome seguito da “La mia autobiografia”, oppure scegliere qualcosa di meno diretto. Ecco alcuni esempi di autobiografie famose con un titolo che rappresenta perfettamente il contenuto:
    Write a CCOT Essay Step 1 Version 2.jpg
    • Il Racconto del Pellegrino, di Sant’Ignazio di Loyola.
    • La Confessione, di Lev Tolstoj.
    • Lungo Cammino verso la Libertà, di Nelson Mandela.
    • Le mie Invenzioni, di Nikola Tesla.

modificaPubblicare la Storia

  1. Informati sulla procedura per autopubblicare il tuo libro. Anche se non hai intenzione di provare a vendere il tuo libro al pubblico, potresti avere voglia di farlo stampare e rilegare, in modo da avere alcune copie da tenere per te e da dare ai tuoi parenti e agli altri personaggi che compaiono nel racconto. Cerca ditte che offrano servizi di impaginazione, stampa e spedizione a domicilio, decidendo anche quante copie ordinare. Molte aziende in questo campo realizzano libri di qualità paragonabile a quella degli editori tradizionali.
    Self‐Publish Children's Books Step 1.jpg
    • Se preferisci fare a meno di pagare per un servizio professionale di stampa e rilegatura, potresti comunque ottenere una bella versione del tuo libro recandoti in una copisteria e chiedendo che siano loro a stampare e rilegare qualche copia.
  2. Rifletti se cercare un agente. Se vuoi invece pubblicare la tua autobiografia e condividerla con il mondo, cercare l’aiuto di una figura di questo tipo ti aiuterà nel percorso. Cerca agenti che si intendano di autobiografie e manda loro una domanda scritta, inserendo informazioni sul tuo libro, su di te e su come pensi che la tua opera possa essere pubblicizzata.
    Write a Conflict of Interest Statement Step 14.jpg
    • Inizia la lettera con una breve descrizione degli elementi fondamentali del libro. Individua il genere letterario appropriato e indica cosa può far risaltare la tua opera dal resto delle pubblicazioni. Racconta all’agente perché pensi che lui (o lei) sia la persona giusta per vendere la tua autobiografia agli editori.
    • Invia dei capitoli di esempio agli agenti che mostrano interesse nei confronti del tuo libro.
    • Firma un contratto con un agente di tua fiducia. Leggi attentamente le clausole e verifica la sua storia professionale, prima di impegnarti definitivamente.
  3. Invia una lettera direttamente agli editori. Se preferisci fare a meno di un agente puoi scrivere direttamente ad alcuni editori e vedere chi è interessato. Rivolgiti soprattutto a società che pubblicano libri dello stesso genere. Evita di inviare l’intero manoscritto al primo colpo, piuttosto attendi che sia l’editore a chiederti una copia del libro.
    Become a Substitute Teacher in New York City Step 10 Version 2.jpg
    • Molti editori non accettano richieste o manoscritti da chi non sia prima stato contattato da loro. Assicurati di scrivere soltanto a chi non applica questa politica.
    • Se un editore accetta di collaborare con te, dovrai firmare un contratto e organizzare le varie fasi di correzione delle bozze, impaginazione del libro, revisione finale e, al termine di tutto, pubblicazione dell’opera.
  4. Fai delle ricerche sulla pubblicazione online. Questo metodo acquisisce una popolarità sempre crescente ed è un ottimo metodo per risparmiare sui costi di stampa e spedizione. Cerca editori online che pubblichino opere dello stesso genere, invia la tua lettera di richiesta e procedi con la revisione e la pubblicazione del libro.
    Present a Science Project Step 3 Version 2.jpg

modificaConsigli

  • Racconta la tua storia in maniera completa, ma non impantanarti in elementi trascurabili. Bisogna che la tua autobiografia sia memorabile e non noiosa: troppi dettagli minori (come elencare tutti i partecipanti a una festa o includere tutti gli eventi di ogni giorno) saranno solo deleteri.
  • Potresti includere anche una dedica, una prefazione, statistiche demografiche, grafici cronologici, il tuo albero genealogico e un epilogo.
  • Se lo scopo della tua autobiografia è di trasmettere la tua storia alle generazioni future, rifletti se includere anche oggetti importanti per te (come foto, cimeli di famiglia, medaglie, souvenir, lettere, eccetera) e creare un libro sotto forma di album di ricordi. Ovviamente non potrai avere più copie di alcuni oggetti che accompagnano la tua autobiografia, quindi dovrai decidere come comportarti con il tuo manoscritto originale e con medaglie o altri cimeli unici.
  • Se il tuo modo di scrivere non è gradevole, o semplicemente hai bisogno di aiuto per riordinare i pensieri, pensa se assumere un ghostwriter o un biografo professionista (i personaggi famosi lo fanno sempre!). Ci sono anche programmi per il computer che ti permettono di organizzare gli argomenti in un progetto di base già costruito, in modo da risolvere questo problema. Molti decidono anche di scrivere direttamente in pagine Internet create appositamente.

modificaAvvertenze

  • Fai attenzione a non scadere nella diffamazione. Se scrivi qualcosa di diffamatorio o pericolosamente falso riguardo a una persona che compare nella tua autobiografia, rifletti se cambiare il nome con cui la presenti nella storia (se è ancora in vita): se non lo facessi, rischieresti di trovarti ad affrontare problemi legali. Se hai dei dubbi al riguardo, consulta un avvocato specializzato nell’argomento.

Continua a leggere

Come Costruire un Cancello di Legno

Un cancello rovinato può solamente dare un aspetto trasandato alla tua casa; uno curato a dovere, invece, risulta molto più accogliente e dà ai passanti una bella impressione del giardino e dell’edificio alle spalle. Se vuoi sostituire il cancello di una recinzione privata o di un recinto di sicurezza, leggi questo articolo: potrai imparare come pianificare correttamente il lavoro, costruire velocemente il cancello e rifinire il tutto alla perfezione.

modificaPassaggi

modificaPreparazione

  1. Prendi i materiali e gli strumenti necessari. Oltre alla recinzione a cui fissare il nuovo cancello, avrai bisogno di qualche strumento comune di carpenteria. Molto probabilmente ti serviranno:
    Build a Wooden Gate Step 1 Version 3.jpg
    • Un cacciavite.
    • Un trapano elettrico.
    • Una sega circolare da banco.
    • Una livella per carpenteria.
    • Un seghetto alternativo, se vuoi intagliare un profilo decorativo.
    • Delle viti bronzate autofilettanti con filetto parziale, lunghe 7,5 cm, per costruire il telaio del cancello.
    • Delle viti autofilettanti, bronzate o in acciaio inox, lunghe circa 4 cm, per fissare le tavole all’intelaiatura.
    • Due cerniere.
  2. Assicurati che la recinzione possa sopportare il peso del cancello. Se ne vuoi costruire uno ad anta singola non dovresti superare una larghezza di 1,2 m; nel caso dovessi chiudere un’apertura più larga dovrai creare (e fissare alla recinzione) due ante separate, che si uniranno al centro.
    Build a Wooden Gate Step 2 Version 4.jpg
    • Misura la larghezza del varco in cima e in fondo, dato che le due misure potrebbero differire se la recinzione fosse leggermente inclinata. Costruisci un cancello rettangolare, basandoti sulla dimensione minore fra le due. Controlla anche la lunghezza delle due diagonali, per verificare ulteriormente l’inclinazione.
  3. Fissa e cementa al suolo i pali della recinzione, se necessario. Dovrai assicurarti che il peso del cancello non faccia inclinare i sostegni e ancorarli in maniera diversa a seconda delle dimensioni e del peso di questo ma, come regola generale, assicurati che i pali non si muovano se sollecitati; in caso contrario l’insieme si piegherà molto presto. Sarà necessario anche verificare che i pali siano perfettamente verticali sia longitudinalmente che lateralmente.
    Build a Wooden Gate Step 3 Version 4.jpg
    • Solitamente un cancello alto 1,2 m può essere ancorato a un sostegno di 12×12 cm, mentre uno alto 1,8 m avrà bisogno di un palo di 15×15 cm.
  4. Prendi le misure per l’intelaiatura. Il telaio di un cancello di legno può essere semplicemente un rettangolo, leggermente più piccolo dell’apertura che deve coprire. Tieni circa 2-3 cm di margine, in modo che rimanga sufficiente spazio per le cerniere e che il cancello non tocchi i pali quando ruota.
    Build a Wooden Gate Step 4 Version 4.jpg
    • Di solito si usa lo stesso tipo di legno della recinzione. Se invece preferisci che il cancello sia di un colore diverso potresti usare un legno dal colore rossiccio, come ciliegio o larice, dei quali il secondo è molto indicato per applicazioni da esterno. Qualunque sia il materiale che preferisci usare, ricorda di comprarne una quantità maggiore di quanto te ne dovrebbe servire, in modo da averne una riserva a disposizione.

modificaCostruire il Cancello

  1. Taglia fino alle dimensioni necessarie le parti del telaio, ricavandole da pali con una sezione di 10×5 cm. Inizia con la trave superiore e quella inferiore, tagliandole della lunghezza che hai calcolato in precedenza (leggermente minore rispetto alla larghezza del varco); procedi quindi con le due verticali, che dovranno avere una lunghezza circa 7-8 cm minore rispetto all’altezza complessiva del cancello.
    Build a Wooden Gate Step 5 Version 4.jpg
  2. Fissa le parti del telaio con le viti. Crea prima un foro pilota con il trapano, in modo da non rischiare di spaccare il legno, quindi infila le viti autofilettanti e stringile bene. Fai sempre attenzione a non applicare troppa forza con il cacciavite, altrimenti potresti danneggiare la struttura. Misura poi i lati del telaio, verificando che le lunghezze delle due parti orizzontali coincidano tra loro (e lo stesso per le verticali).
    Build a Wooden Gate Step 6 Version 4.jpg
    • Ti sarà più comodo sfruttare una superficie piatta (come una pavimentazione esterna o il vialetto di casa) come appoggio durante l’assemblaggio, così da evitare errori grossolani. Collega la trave superiore e quella inferiore alle due laterali, controllando sempre che la struttura risulti rettangolare.
  3. Taglia due puntoni diagonali e collegali al telaio. Questi elementi rinforzeranno la struttura, conferendole maggiore resistenza e rigidità ed evitando che si deformi. Fissali al rettangolo assemblato nel punto precedente usando le viti autofilettanti, sfruttando il foro pilota come sopra.
    Build a Wooden Gate Step 7 Version 4.jpg
    • Esegui i tagli diagonali con la sega da banco. Posiziona il puntone sul telaio e segna con una matita la posizione degli angoli, tagliando poi lungo le tracce ricavate.
    • Appoggia i puntoni seguendo le diagonali del rettangolo, partendo da uno spigolo in basso e terminando su quello opposto in alto.
  4. Taglia e fissa le tavole. Quando avrai completato la costruzione dell’intelaiatura ti basterà coprirne la parte frontale con delle tavole piatte. Misura l’altezza del telaio dalla trave inferiore a quella superiore e taglia le assi di una lunghezza poco superiore (tenendo un buon margine in alto, nel caso decidessi di decorare la sommità del cancello). Lascia circa 3-5 mm di spazio fra una tavola e l’altra, permettendo eventuali deformazioni dovute all’umidità dell’aria.
    Build a Wooden Gate Step 8 Version 4.jpg
    • Taglia le tavole usando la sega da banco e fissale con le viti autofilettanti inserite in un foro pilota, ottenendo un aspetto gradevole e ordinato.

modificaCompletare e Rifinire il Cancello

  1. Disegna la sommità del cancello. Molti decidono di dedicare un po’ di tempo alle rifiniture e alle decorazioni del cancello, per le quali potrai usare un seghetto alternativo. Se non hai voglia di spendere altro tempo puoi farne a meno, ma questo è un ottimo modo di dare una marcia in più alla tua opera di carpenteria! Le caratteristiche più diffuse e apprezzate sono l’arrotondamento del bordo, l’incisione del tuo cognome o altri piccoli motivi decorativi.
    Build a Wooden Gate Step 9 Version 4.jpg
    • Per cominciare, usa una matita e una corda per tracciare un arco sulla parte superiore del cancello, completandolo con delle curve ornamentali a tua scelta. Se sei un falegname puoi sbizzarrirti senza problemi. Taglia quindi con il seghetto lungo il disegno.
  2. Fissa le cerniere al telaio e collegalo alla staccionata. Metti il cancello in posizione, appoggiandolo su un sostegno alto circa 4 cm; segna con la matita la posizione delle cerniere sul palo della recinzione, quindi abbassa nuovamente il cancello. Prepara dei fori pilota, alza come prima il cancello e avvita le cerniere con le viti autofilettanti sia sull’intelaiatura che sul palo della staccionata.
    Build a Wooden Gate Step 10 Version 4.jpg
  3. Installa un fermo a gravità. I cancelli più semplici usano un fermo a gravità, che potrai mettere in posizione dopo aver appeso il cancello al palo di sostegno. Segna con la matita la posizione delle viti, crea i fori pilota e fissa il meccanismo di chiusura. Controlla che questo funzioni a dovere prima di rifinire il tutto.
    Build a Wooden Gate Step 11 Version 4.jpg
  4. Applica l’impregnante. Cerca di coprire ogni superficie esposta con l’impregnante per legno, usando un pennello di setola o uno spruzzino da giardinaggio. Molti negozi di ferramenta vendono anche un applicatore dedicato, che altro non è se non una spugnetta su un manico, che ottimizza l’assorbimento del trattamento protettivo.
    Build a Wooden Gate Step 12 Version 4.jpg
    • Controlla di coprire tutto il legno in maniera uniforme e assicurati di non tralasciare le teste delle assi, che sono la parte che tende ad assorbire la maggiore quantità di acqua e quindi più facilmente scoloribili o a rischio di marcescenza. Lascia asciugare la vernice per almeno un paio d’ore in ambienti secchi e fino a un giorno intero in ambienti umidi.
  5. Usa il cancello. Quando avrai terminato di applicare l’impregnante e il legno si sarà asciugato in profondità, potrai usare senza paura la tua opera! Apri e chiudi il cancello più volte, verificando che tutto funzioni alla perfezione.
    Build a Wooden Gate Step 13 Version 2.jpg

modificaConsigli

  • Usa delle cerniere e una chiusura di acciaio di alta qualità, così il tuo cancello ti assicurerà molti anni di servizio impeccabile.
  • Delle molle (o un meccanismo a molla) renderanno più sicura la chiusura del cancello.
  • Misura due volte, ma taglia sempre in un solo colpo! Ricordati che puoi sempre accorciare gli elementi troppo lunghi, ma dei tagli troppo corti non sono più recuperabili.
  • Se il cancello ti sembra poco resistente puoi aggiungere degli elementi trasversali di rinforzo.
  • Il larice è ottimo per ottenere un bel cancello resistente: ha una notevole impermeabilità ed è duro e resistente. Ha un colore chiaro tendente al rosso, che si scurirà leggermente con il passare del tempo, dando al tuo cancello un’aria ricercata.

modificaAvvertenze

  • Indossa sempre gli occhiali di sicurezza e una protezione per le orecchie quando lavori con utensili elettrici.

modificaCose che ti Serviranno

  • Tavole di legno
  • Travi da 5×10 cm, tagliate alla lunghezza desiderata
  • Viti autofilettanti lunghe 7,5 cm per l’intelaiatura
  • Viti autofilettanti lunghe 5 cm per le tavole
  • Cerniere
  • Meccanismo di chiusura
  • Martello
  • Squadra per carpenteria
  • Sega manuale con lama per legno
  • Sega circolare, a mano o da banco
  • Trapano elettrico

modificaFonti e Citazioni

Continua a leggere

Come Capire se una Persona Ti Sta Evitando

Non è facile capire se una persona ti sta evitando. C’è la possibilità che le vostre strade semplicemente non si siano incrociate. Tuttavia, ci sono alcuni segnali rivelatori: forse l’hai vista, ma lei non ti ha neanche guardato, oppure le hai scritto un messaggio su Facebook due settimane prima ma non hai ricevuto alcuna risposta. Mettiti nei suoi panni e prova a capire i motivi per cui potrebbe evitarti.

modificaPassaggi

modificaRiconoscere i Comportamenti Sfuggenti

  1. Nota se ha smesso all’improvviso di comunicare con te. Fai attenzione se una persona smette di scriverti del tutto. Potrebbe evitare anche di parlarti di persona, contattandoti solo via e-mail, per messaggio e sui social media. Se ritieni di avere un rapporto sentimentale o di amicizia con qualcuno, ma lui smette da un giorno all’altro di parlarti, probabilmente ti sta evitando.
    Tell if Someone Is Avoiding You Step 1 Version 2.jpg
    • Considera che l’altra persona potrebbe essere semplicemente impegnata, ma desidera davvero vederti. Potrebbe mandarti messaggi come: “Mi dispiace di non aver risposto alle tue telefonate… in questo momento sono molto impegnata con la scuola. Vediamoci la settimana prossima quando avrò più tempo”. Tuttavia, se i messaggi di questo tipo si susseguono settimana dopo settimana, o addirittura non ne ricevi più, puoi presumere che stia cercando di evitarti.
  2. Impara a capire quando una persona trova delle scuse per non passare il tempo con te. Può giustificarsi con i tanti impegni di lavoro o con la vita sociale movimentata, oppure ha sempre qualcosa da fare “all’ultimo minuto”. Se qualcuno trova continuamente dei motivi per annullare i vostri piani, forse ti sta evitando.
    Tell if Someone Is Avoiding You Step 2 Version 2.jpg
    • Non essere troppo duro. Capita davvero di avere impegni dell’ultimo minuto e un amico potrebbe davvero sentirsi sopraffatto da tutte le cose che ha da fare. Le scuse indicano un tentativo di evitarti, ma non significano necessariamente che qualcuno non vuole vederti.
  3. Prova a guardare l’altra persona negli occhi. Se la incontri faccia a faccia, cerca di incrociare il suo sguardo. Se ti sta evitando, probabilmente non ricambierà l’occhiata, potrebbe farlo solo per qualche istante, oppure alzerà gli occhi al cielo.
    Tell if Someone Is Avoiding You Step 3 Version 2.jpg
  4. Invia alla persona alcuni messaggi e valuta le sue risposte. Se dopo un semplice “Ehi! Come va?” non ricevi risposta per alcuni giorni, probabilmente non ti vuole parlare. Prova di nuovo se non si fa sentire, ma non accusarla di nulla; tenta solo di fare conversazione normalmente. Se anche questo secondo messaggio resta senza risposta, non continuare a insistere. Rispetta i motivi per cui ti sta evitando e non peggiorare la situazione.
    Tell if Someone Is Avoiding You Step 4 Version 2.jpg
    • Alcuni servizi di messaggistica mostrano un’indicazione quando il destinatario ha visualizzato il messaggio. Sfrutta questa informazione per capire se vieni ignorato. Se l’altra persona legge quello che le scrivi ma non risponde, puoi quantomeno presumere che non è interessata a parlarti via testo. Se le tue comunicazioni non sono “lette” o “visualizzate”, puoi capire quando è online in base alla barra della “chat” o al momento in cui pubblica i suoi post.
    • Usa le informazioni che conosci sulle abitudini tecnologiche della persona. Se sai che un amico non usa spesso Facebook, non è strano che non abbia letto il tuo messaggio. Se invece usa continuamente il social network, ma non risponde a quello che scrivi, probabilmente ti sta evitando.
  5. Nota se ricevi risposte brevi e distaccate. Se riesci a fare conversazione con la persona, valuta se le sue risposte sono a monosillabi e banali. In questo caso, sta probabilmente cercando di deviare le tue domande, in modo da potersi allontanare.
    Tell if Someone Is Avoiding You Step 5.jpg
    • Ad esempio, puoi dire: “Ehi, non parliamo da un po’. Come va?”. Se l’altra persona risponde “Bene” e fa per andarsene, probabilmente ti sta evitando.
  6. Considera come ti tratta la persona quando siete in gruppo. Se un amico parla con tutti tranne che con te, forse ti evita. Non necessariamente chi ti evita non passa il tempo con te, può semplicemente non riconoscere la tua presenza. Prova a dire qualcosa direttamente a lui e nota la sua reazione. Se risponde in modo brusco e stringato, poi si allontana (o peggio se non risponde proprio), ci sono buone probabilità che ti stia evitando.
    Tell if Someone Is Avoiding You Step 6.jpg
    • Confronta il suo atteggiamento in gruppo e quello in privato. Forse il tuo amico ti “evita” solo quando siete in compagnia di altre persone, oppure si dilegua rapidamente quando siete da soli. Cerca di capire se si comporta allo stesso modo con gli altri o solo con te.
    • Nota se la persona esce dalla stanza quando arrivi. Se accade di continuo, può indicare che non vuole passare il tempo con te.
  7. Valuta se la persona rispetta la tua opinione. Se non ti chiede un parere durante le riunioni di lavoro o le conversazioni tra amici, forse cerca di ignorarti. Potrebbe non chiederti cosa ne pensi in merito alle sue decisioni oppure non reagisce in alcun modo quando esprimi il tuo punto di vista.
    Tell if Someone Is Avoiding You Step 7.jpg
  8. Non accettare il comportamento di qualcuno che ti illude. Considera se sei una priorità nella vita di questa persona. Lei potrebbe ignorarti se non trova il tempo di stare con te. Forse non si sente pronta a impegnarsi e si accontenta di vivere alla giornata. Nota i segnali seguenti, che indicano che non sei molto importante per lei:
    Tell if Someone Is Avoiding You Step 8.jpg
    • Il vostro rapporto non migliora: si alterna tra alti e bassi molto pronunciati, è stagnante o fa persino dei passi indietro.
    • Questa persona si fa sentire solo quando vuole qualcosa da te. Può essere interessata ai soldi, alle attenzioni, al sesso o semplicemente a qualcuno con cui parlare. Cerca di capire se vieni usato costantemente.
    • Organizza i piani con te solo all’ultimo minuto. Potrebbe presentarsi a casa tua o scriverti a tarda notte senza neppure provare a pianificare un’uscita.

modificaComprendere l’Atteggiamento di chi ti Evita

  1. Chiediti quale possa essere la ragione del suo comportamento. Forse avete litigato oppure c’è stata una situazione sgradevole tra voi, hai detto qualcosa che l’ha offesa senza rendertene conto, oppure la fai sentire a disagio in qualche modo. Pensa con attenzione al tuo comportamento e prova a identificare la ragione.
    Tell if Someone Is Avoiding You Step 9.jpg
  2. Cerca degli schemi comportamentali. Analizza le situazioni in cui ti senti “evitato” e nota se ci sono elementi comuni che si ripetono. Forse la persona ti ignora in momenti specifici o in presenza di alcune persone; magari ha a che fare con te, oppure con lei. Valuta bene quello che accade e prova a capire il perché.
    Tell if Someone Is Avoiding You Step 10.jpg
    • Questa persona sembra evitarti in alcuni momenti o quando fai alcune attività? Ad esempio, potresti aver da poco iniziato a sperimentare le droghe e a un amico non piace vederti quando sei in uno stato alterato.
    • Ti evita quando sei con qualcuno? Forse non sta evitando te, oppure non le piace il tuo comportamento in certe compagnie. Potrebbe essere timida o introversa: non rifiuta mai le conversazioni in privato, ma si dilegua rapidamente quando vi trovate in un grande gruppo di persone.
    • Ti evita quando cerca di lavorare o studiare? Forse le piace molto passare il tempo con te in situazioni sociali informali, ma non riesce a portare a termine il suo lavoro quando siete insieme.
  3. Pensa ai modi in cui cerchi di contattare la persona. Se un amico o la tua partner sono presenti e coinvolti quando vi vedete di persona, ma non rispondono mai ai messaggi, forse non apprezzano comunicare in quel modo. Questo può essere vero specialmente se un amico conduce una vita molto impegnata o disciplinata; non è facile trovare il tempo per un lungo e approfondito scambio di messaggi per chi lavora, studia o si allena continuamente.
    Tell if Someone Is Avoiding You Step 11.jpg
  4. Considera che capita che le persone si allontanino. Valuta se la persona è cambiata da quando ha iniziato a evitarti e in quel caso, quanto si sia trasformata. Forse ha iniziato a frequentare un nuovo gruppo di amici, ha trovato un nuovo interesse romantico oppure ha cominciato a praticare un nuovo sport o un hobby che non trovi interessanti. È bellissimo avere un rapporto stretto con qualcuno, ma le persone cambiano e le relazioni finiscono. Se arrivi alla conclusione che un amico sta continuando con la sua vita senza di te, è il momento che anche tu volti pagina.
    Tell if Someone Is Avoiding You Step 12.jpg
    • Considera anche se tu sei cambiato. Magari l’altra persona si comporta come ha sempre fatto, ma sei tu a essere diverso. Potresti aver iniziato a frequentare un nuovo gruppo di amici, avere un’abitudine che non piace al tuo amico o semplicemente sei diventato meno disponibile.
    • Un allontanamento non equivale alla fine di un rapporto. Se ti accorgi che la distanza tra te e un amico sta crescendo, sei tu a dover scegliere se lasciarlo andare o provare a mantenere viva la vostra relazione. Tuttavia, ricorda che l’impegno deve essere condiviso.

modificaAffrontare il Problema

  1. Chiedi un confronto. Se sei certo che qualcuno ti evita, puoi provare a sollevare il problema con delicatezza. Forse desideri rimediare agli errori che hai commesso, oppure hai il sospetto che un amico ti eviti perché sta passando un brutto momento. Sii rispettoso, diretto e spiega esattamente che cosa ti infastidisce.
    Tell if Someone Is Avoiding You Step 13.jpg
    • Se non sei certo del motivo per cui una persona ti evita, puoi dire: “Volevo parlarti, perché ultimamente ho la sensazione che tu mi stia evitando. Ti ho fatto arrabbiare?”.
    • Se conosci il motivo, non fare giri di parole. Chiedi scusa per quello che hai fatto e cerca di riconciliare il rapporto. Ad esempio, potresti dire: “Ho la sensazione che la situazione tra di noi sia strana dopo il litigio della scorsa settimana. Per me la nostra amicizia è molto importante e voglio parlarne, in maniera che possiamo lasciarci l’episodio alle spalle. Non vale la pena di rovinare il rapporto che abbiamo per quella discussione”.
    • Puoi parlare con la persona in privato, oppure chiedere a un esperto di fare da moderatore. Considera se ti senti a tuo agio e scegli la soluzione migliore per risolvere il problema.
  2. Chiedi consiglio a un amico comune, ma non parlare della persona che ti evita alle sue spalle. Se avete un amico fidato in comune, chiedigli un parere. Puoi dire: “Sai perché X ce l’ha con me? Ho la sensazione che ultimamente mi stia evitando”.
    Tell if Someone Is Avoiding You Step 14.jpg
    • Non spargere voci infondate o pettegolezzi sulla persona che ti evita. Se il vostro rapporto è importante per te, fai molta attenzione a quello che dici. Se parli male di questa persona alle sue spalle, è probabile che quelle parole le vengano riferite; in quel caso, la situazione potrebbe solo peggiorare.
  3. Concedile spazio. In alcuni casi, abbiamo bisogno di superare da soli i nostri problemi prima di essere pronti a riprendere un legame con gli altri. In molte situazioni forzare questa connessione serve solo a far allontanare ancora di più la persona che ti evita. Cerca di essere paziente, aperto e di andare avanti senza di lei. Se deciderà di tornare a far parte della tua vita, lo saprai.
    Tell if Someone Is Avoiding You Step 15.jpg
    • Chiarisci le tue intenzioni dicendo: “Mi sembra che tu abbia bisogno di spazio in questo momento, quindi ti lascerò libera. Quando vuoi parlare, la mia porta è sempre aperta”.
    • Non chiudere il tuo cuore. Può essere molto difficile andare avanti con la tua vita e lasciare comunque la porta aperta per questa persona. Fai un passo indietro nel vostro rapporto, ricorda i bei momenti passati insieme e prova a non lasciare spazio alla rabbia.
  4. Volta pagina. Può essere difficilissimo abbandonare il rapporto con una persona, specie se hai investito molto tempo ed energie. Tuttavia, in alcune situazioni devi accettare che le cose non torneranno mai come prima. Devi maturare e pensare alla tua salute emotiva: sprecare ore a vivere nel passato, riflettendo su quello che è stato e che poteva essere, rende quasi impossibile imparare e prosperare nel presente. Vai avanti.
    Tell if Someone Is Avoiding You Step 16.jpg
    • Voltare pagina non è una conclusione definitiva. Non significa che non potrai ricostruire un’amicizia con questa persona in futuro. Vuole dire solamente che non sprecherai le tue preziose energie emotive per una persona che al momento non è disposta a riceverle.

modificaConsigli

  • Se una persona continua a evitarti per molto tempo, è probabilmente il momento di lasciarla perdere. Se non le interessa passare il tempo con te, forse non ti considera più un amico.
  • Se ti sembra a disagio quando è con te, probabilmente non è aperta in tua presenza.
  • Se il fatto che questa persona ti evita ti fa soffrire molto, chiedi a un amico comune se può scoprire il motivo.

modificawikiHow Correlati

Continua a leggere

Come Installare Windows 8 su un Tablet Android

Installare Windows 8 su un tablet Android ti permette di utilizzare le applicazioni disponibili esclusivamente su Microsoft Windows, di ottenere l’interfaccia grafica e le funzionalità del sistema operativo Microsoft. Puoi farlo utilizzando un programma chiamato Change My Software su qualunque computer con ambiente Windows.

modificaPassaggi

  1. Premi su Menu, poi su “Impostazioni” sul tablet Android.
    Install Windows 8 on an Android Tablet Step 1.jpg
  2. Premi su “Opzioni sviluppatore”, poi spunta la casella “Debug USB”. Questo permette al computer di effettuare delle modifiche al dispositivo Android una volta connesso via USB.[1]
    Install Windows 8 on an Android Tablet Step 2.jpg
  3. Visita il sito web ufficiale di Change My Software a questo indirizzo su un computer con ambiente Windows. Questo programma è necessario per installare Windows 8 su un tablet Android.
    Install Windows 8 on an Android Tablet Step 3.jpg
  4. Clicca su uno dei link visualizzati sotto “Download”. In una nuova scheda del browser si aprirà un sito web di terze parti con il collegamento per scaricare Change My Software.
    Install Windows 8 on an Android Tablet Step 4.jpg
    • Alcuni siti web richiedono di completare un questionario prima di permetterti di scaricare Change My Software. Se è il tuo caso, completa il sondaggio per accedere al link, oppure usane uno diverso.
  5. Scarica il file .rar di Change My Software sul desktop. Il file contiene in formato compresso tutti i file richiesti per installare Windows 8 sul tuo tablet.
    Install Windows 8 on an Android Tablet Step 5.jpg
  6. Fai doppio clic sul file .rar per estrarne i contenuti usando WinZip, poi clicca due volte sul file di installazione .exe. Sullo schermo comparirà l’installazione guidata di Change My Software.
    Install Windows 8 on an Android Tablet Step 6.jpg
  7. Segui le indicazioni sullo schermo per installare Change My Software sul computer. Il programma verrà lanciato automaticamente una volta completata l’installazione.
    Install Windows 8 on an Android Tablet Step 7.jpg
  8. Connetti il tablet Android al tuo computer usando un cavo USB, poi clicca su “Android > Windows 8″.
    Install Windows 8 on an Android Tablet Step 8.jpg
  9. Controlla che Change My Software abbia individuato il dispositivo Android, poi clicca su “Continua”.
    Install Windows 8 on an Android Tablet Step 9.jpg
  10. Seleziona la lingua preferita dal menu a tendina. Change My Software inizierà subito a scaricare i driver di Windows 8 per il tuo tablet Android; l’operazione può richiedere diversi minuti.
    Install Windows 8 on an Android Tablet Step 10.jpg
  11. Attendi che Change My Software mostri il messaggio “Download successful”, poi clicca su “Install”. L’installazione di Windows 8 richiederà diversi minuti e il tablet si riavvierà più volte durante l’operazione.
    Install Windows 8 on an Android Tablet Step 11.jpg
    • Spunta la casella “Rimuovi Android” se desideri installare Windows 8 senza la possibilità di dual boot su Android. Come impostazione predefinita, Change My Software consente di utilizzare entrambi i sistemi operativi sul tablet. Ricorda che rimuovendo Android dal dispositivo invaliderai la garanzia del produttore.
  12. Attendi che Change My Software ti informi che l’installazione di Windows 8 è stata completata, poi scollega il tablet dal computer. Sul dispositivo comparirà la schermata di selezione del sistema operativo.
    Install Windows 8 on an Android Tablet Step 12.jpg
  13. Premi su Windows 8, poi segui le indicazioni sullo schermo per iniziare a utilizzare il sistema operativo. D’ora in avanti, ogni volta che riavvierai il tablet, potrai scegliere quale sistema operativo utilizzare.[2]
    Install Windows 8 on an Android Tablet Step 13.jpg

modificaConsigli

  • Se hai deciso di disinstallare Windows 8 dal tuo tablet Android, collegalo al computer e avvia Change My Software. Nel menu principale, clicca su “Restore to original condition”. Il programma rimuoverà il sistema operativo Microsoft dal dispositivo e reinstallerà quello originale Android.
  • Se il tuo dispositivo non si avvia o si blocca completamente, non sprecare tempo a cercare il sistema operativo originale. Ti basta scaricare un programma di recupero personalizzato adatto al tuo tablet Android.

modificaAvvertenze

  • Usa Change My Software a tuo rischio e ricorda che questo programma di terze parti non è approvato da Microsoft Windows o Android. Se il tuo tablet dovesse guastarsi in seguito all’uso del programma, segui questi passaggi per resettarlo e riportarlo alle condizioni di fabbrica. Nella maggior parte dei casi, un reset completo può correggere tutti i problemi dovuti al software del dispositivo.

modificaFonti e Citazioni

Cite error <ref> tags exist, but no <references/> tag was found

$2

Continua a leggere

Come Vestire con Qualche Chilo in Più

Sapersi vestire in base alla propria fisicità è molto importante. Puoi acquisire questa capacità pur avendo qualche chilo in più. Impara a valorizzare i tuoi pregi e a sentirti più a tuo agio con ciò che indossi.

modificaPassaggi

modificaScegliere gli Abiti Giusti

  1. Riconosci lo stile giusto per te. Evita le strisce orizzontali e le fantasie troppo chiassose che potrebbero richiamare involontariamente l’attenzione su di te. Se vuoi sembrare più snella, vai sul sicuro scegliendo delle tinte unite.
    Dress when You Are Fat Step 1 Version 2.jpg
    • Di norma, il nero snellisce molto. Prediligere le tinte scure è sempre la scelta giusta, perché i colori chiari o luminosi attirano l’attenzione e sono meno efficaci nel camuffare le parti del corpo un po’ più problematiche.
    • Se scegli una fantasia, che sia verticale. Le strisce, o qualsiasi altro motivo verticale, seguono la lunghezza del corpo e allungano la figura, anziché tagliarla come farebbero le righe orizzontali.
  2. Indossa reggiseni della taglia giusta. Secondo le statistiche, le donne indossano quotidianamente un reggiseno della taglia sbagliata. Recati presso un negozio di intimo e rivolgiti al personale specializzato: saprà sicuramente consigliarti la taglia più giusta per te. I reggiseni troppo piccoli appesantiscono la parte superiore del corpo, mentre quelli troppo grandi conferiscono un aspetto trasandato.[1]
    Dress when You Are Fat Step 2 Version 2.jpg
    • Un reggiseno della taglia giusta può anche ridurre la sensazione di pesantezza che alcune donne provano alla parte superiore del corpo.
  3. Acquista dell’intimo modellante. L’intimo modellante aiuta ad affinare la figura, a levigare le forme e ad assumere una postura più corretta. Tutto questo migliorerà la vestibilità dei tuoi abiti.[2]
    Dress when You Are Fat Step 3 Version 2.jpg
  4. Scegli gli accessori giusti. Se la tua zona critica è l’addome, una cintura grande ti aiuterà a nasconderlo.[3] Degli orecchini luccicanti o un’eccentrica fascia per capelli distoglieranno l’attenzione dal fisico, dirigendo gli sguardi altrove.[4]
    Dress when You Are Fat Step 4 Version 2.jpg
  5. Valorizzati con le giuste calzature. In generale, le scarpe che si fermano alla caviglia o dotate di cinturino accorciano la figura e fanno sembrare le gambe più corte.[5] Prova invece con stivali, ballerine o tacchi alti, che rendono meravigliosa qualunque gamba.
    Dress when You Are Fat Step 5 Version 2.jpg

modificaNon Nascondere le Forme

  1. Evita gli abiti larghi o a trapezio. Si è soliti credere che i vestiti molto larghi nascondano le forme, ma in realtà mettono in risalto i punti critici. Indossare abiti troppo grandi non fa altro che porre l’accento sul tentativo di nascondere il fisico, penalizzando inoltre la silhouette. In questo modo la tua figura ne risentirà ulteriormente.[6]
    Dress when You Are Fat Step 6 Version 2.jpg
  2. Scegli dei pantaloni che vestano bene. Molti credono che i pantaloni larghi vestano meglio rispetto a quelli troppo stretti e che si possa così evitare il tanto temuto “effetto salsicciotto”. In realtà, né gli uni, né gli altri sono in grado di valorizzare il fisico. I pantaloni troppo larghi nascondono le forme e accentuano la corpulenza. Compra invece dei jeans carini della taglia giusta per te; se non li trovi, puoi farli fare su misura. Dei pantaloni che vestono a pennello possono essere di grande aiuto.
    Dress when You Are Fat Step 7 Version 2.jpg
    • Prediligi i pantaloni svasati. Questo modello di pantaloni, leggermente più largo sul fondo, fa sembrare fianchi e cosce più proporzionati.[7]
  3. Scegli una gonna. Le gonne dritte sono l’ideale per le ragazze formose, perché seguono la naturale curvatura del corpo: un po’ come i jeans svasati, questo tipo di gonna avvolge nei punti giusti, bilanciando le dimensioni di fianchi e cosce.[8]
    Dress when You Are Fat Step 8 Version 2.jpg
  4. Indossa abiti a trapezio o stile impero. Questi modelli accentuano le curve e, al tempo stesso, nascondono addome, cosce e fondoschiena. Con la loro parte inferiore svolazzante, questi abiti vestono molto meglio di quelli più rigidi che mettono in evidenza ogni rotondità o imperfezione.
    Dress when You Are Fat Step 9 Version 2.jpg
    • Uno stile che si adatta a qualsiasi tipo di fisico è l’abito a vestaglia. [9][10]
  5. Metti in evidenza il punto vita. A prescindere da quale sia la tua taglia, è sempre meglio mostrare le forme piuttosto che nasconderle. Scegli degli abiti che evidenzino il girovita. Ogni donna, anche la più formosa, ha le proprie curve, ed è importante che le mostri con fierezza. Quindi è sempre preferibile indossare degli abiti che diano risalto al fisico, anziché provare a nasconderlo o a coprirlo. Utilizza a tuo vantaggio colori e motivi giusti per portare l’attenzione verso il punto vita. Prova con le strisce verticali o una cintura particolare.[11]
    Dress when You Are Fat Step 10.jpg

modificaAbbigliamento per Uomo

  1. Indossa la taglia giusta. Gli uomini più robusti tendono a credere che nascondersi dentro abiti larghi li faccia sembrare più snelli, ma non è così. I vestiti della taglia giusta stanno meglio addosso e sono più comodi rispetto a quelli troppo larghi. Gli indumenti larghi trasmettono un senso di trascuratezza e sono poco accattivanti.[12]
    Dress when You Are Fat Step 11.jpg
    • Allo stesso modo, gli abiti troppo stretti non faranno altro che evidenziare il peso in eccesso. Indossare i vestiti della taglia giusta è quindi molto importante.
  2. Evita i tessuti spessi. I materiali spessi appesantiscono la figura. Camicie e maglioni voluminosi potrebbero farti sembrare più corpulento di quando tu non sia realmente. Inoltre, possono contribuire all’aumento della sudorazione, cosa abbastanza comune tra gli uomini in sovrappeso.[13]
    Dress when You Are Fat Step 12.jpg
  3. Evita l’abbigliamento casual. Generalmente, gli abiti casual non si addicono agli uomini con qualche chilo di troppo. I capi larghi o le t-shirt sottili non valorizzano in alcun modo i fisici meno esili. Donano molto di più un paio di pantaloni aderenti con sopra una giacca piuttosto che i jeans abbinati a una maglietta. Prova a scegliere dei vestiti meno casual per il tuo abbigliamento quotidiano: stanno meglio indosso e hanno una maggiore vestibilità.[14]
    Dress when You Are Fat Step 13.jpg
  4. Punta alla semplicità. Gli abiti dalle fantasie eccessive non fanno altro che accentuare le forme, richiamandovi l’attenzione. Prova invece con le stampe a tinta unita o con qualche piccolo motivo: la silhouette ne trarrà vantaggio, senza attirare gli sguardi.
    Dress when You Are Fat Step 14.jpg
  5. Rispetta le normali proporzioni del corpo. Scegli degli indumenti che non alterino le proporzioni del corpo. Per esempio, se il tuo punto debole è l’addome, fai in modo che i pantaloni non finiscano direttamente sotto la pancia: in questo modo eviterai che sembri più evidente e pronunciata. Piuttosto, indossa i pantaloni normalmente, con la cintura che poggia sul punto vita. Così facendo riuscirai a mascherare le dimensioni del tuo addome e a mantenere le normali proporzioni del corpo.[15]
    Dress when You Are Fat Step 15.jpg
    • Se non riesci a tenere su i pantaloni ad altezza vita, prova con le bretelle al posto della cintura. Potrai così risolvere il tuo problema con stile![16]

modificaConsigli

  • Indossa colori che ti piacciono e che ti donano.
  • Abbi un atteggiamento positivo e sii te stesso.
  • Ignora i commenti negativi delle persone.

modificawikiHows Correlati

modificaFonti e Citazioni

Cite error <ref> tags exist, but no <references/> tag was found

$2

Continua a leggere

Come Giocare all’Impiccato

L’impiccato è un gioco semplice e veloce per almeno due persone, che richiede solo carta, penna e la capacità di fare lo spelling delle parole. Uno dei giocatori pensa a una parola segreta, mentre l’altro cerca di indovinarla chiedendo da quali lettere è composta. Tuttavia, con ogni tentativo sbagliato si avvicina alla sconfitta. L’impiccato può essere personalizzato e diventare così un gioco più facile, difficile o educativo; se lo desideri esistono applicazioni e siti web che permettono di giocare via internet.

modificaPassaggi

modificaGiocare alla Versione Classica dell’Impiccato

  1. Scegliete una persona che penserà la parola nascosta. Gli altri giocatori dovranno tentare di indovinarla.
    Play Hangman Step 1 Version 2.jpg
    • Questa persona deve essere in grado di fare lo spelling correttamente o nessuno riuscirà a vincere.
  2. Se sei tu a dover scegliere la parola, pensa a un termine segreto. Gli altri giocatori dovranno indovinarlo lettera per lettera, quindi non sceglierne uno troppo facile. Le parole più difficili contengono lettere poco comuni, come “z” o “q”, e solo poche vocali.
    Play Hangman Step 2 Version 2.jpg
    • Per allungare la partita, puoi anche scegliere una frase.
  3. Traccia una linea vuota per ogni lettera della parola. Per esempio, se hai scelto la parola “zecchino”, disegna otto spazi vuoti, uno per ciascuna lettera (_ _ _ _ _ _ _ _). Non rivelare a nessuno la parola.
    Play Hangman Step 3 Version 2.jpg
  4. Se sei uno dei giocatori, inizia a indovinare le lettere. Una volta che il termine è stato scelto e che tutti sanno da quante lettere è composto, puoi cominciare a tirare a indovinare le lettere che contiene. Per esempio, puoi chiedere “C’è una A nella parola?”.
    Play Hangman Step 4 Version 2.jpg
    • Di solito, conviene iniziare dalle lettere più comuni, come le vocali, la “s”, la “t” e la “r”.
  5. Se i giocatori hanno indovinato una lettera, riempi lo spazio vuoto corrispondente. Per esempio, se la parola è “zecchino” e uno dei giocatori chiede se contiene una E, chi ha pensato la parola deve riempire il secondo spazio con una “e”: (_ e _ _ _ _ _ _).
    Play Hangman Step 5 Version 2.jpg
    • Se i giocatori indovinano una lettera che si ripete nella parola segreta, devi scriverla più volte. Nel nostro esempio, se indovinano la “c”, devi segnarle entrambe: _ _ c c _ _ _ _.
  6. Disegna una parte dell'”impiccato” quando i giocatori sbagliano. Ogni volta che uno dei giocatori tenta di indovinare una lettera che però non è presente nella parola segreta, tutti si avvicinano alla sconfitta. Per rappresentarlo graficamente, traccia un disegno stilizzato di un uomo che viene impiccato, aggiungendo una nuova parte a ogni errore. Questo sistema permette anche di modificare facilmente la difficoltà del gioco; più parti sono necessarie per completare il disegno, più errori hanno a disposizione i giocatori. L’ordine classico è:
    Play Hangman Step 6 Version 2.jpg
    • Primo errore: disegna una “L” rovesciata. Si tratta del palo che regge l’impiccato.
    • Secondo errore: disegna un piccolo cerchio per la “testa” sotto la linea orizzontale della “L”.
    • Terzo errore: disegna una linea verticale sotto la testa per il “corpo”.
    • Quarto errore: disegna un braccio dal centro del corpo per rappresentare il “braccio”.
    • Quinto errore: disegna l’altro braccio.
    • Sesto errore: disegna una linea diagonale dalla parte inferiore del corpo per la prima “gamba”.
    • Settimo errore: disegna l’altra gamba.
    • Ottavo errore: collega la testa al palo con un “cappio”. Una volta disegnata la corda, i giocatori hanno perso.
  7. I giocatori vincono se indovinano la parola esatta. Per farlo, devono scoprire tutte le lettere della parola prima di compiere otto errori, oppure tentare di indovinare la parola intera invece di una lettera. In quest’ultimo caso, i tentativi sbagliati contano come un errore.
    Play Hangman Step 7.jpg
    • Per rendere il gioco più difficile, puoi aggiungere la regola che i giocatori possono tentare di indovinare la parola segreta una sola volta prima di perdere.
  8. Gioca su internet o con una app per fare pratica da solo. Grazie alla sua semplicità, esistono moltissimi giochi online ispirati all’impiccato, che troverai con la ricerca “impiccato online”. Tanti usano dizionari web per scegliere le parole e consentono di migliorare il tuo lessico mentre giochi. Con alcune app puoi persino sfidare avversari di tutto il mondo.
    Play Hangman Step 8.jpg
    • Prova “Hangman” e “Hangman free” negli App Store di Google e Apple; sono varianti online del gioco classico.
    • Cerchi una sfida? Cerca “impiccato dei bari” o liste di termini specifici, come “impiccato citazioni film”.

modificaVarianti dell’Impiccato

  1. Trasforma l'”impiccato” in un pupazzo di neve, se stai giocando con bambini piccoli. Se preferisci non esporre dei bambini piccoli a immagini che potrebbero essere considerate violente, puoi disegnare un pupazzo di neve invece di un uomo che penzola da una corda. Inizia con tre cerchi per il corpo, poi aggiungi occhi, naso e bottoni per ogni risposta sbagliata. Il resto delle regole rimane lo stesso.[1]
    Play Hangman Step 9.jpg
  2. Rendi la sfida più impegnativa con la versione “Dentro & fuori” dell’impiccato. Questo gioco è più adatto alle parole lunghe o alle frasi. Le regole sono le stesse, con un’importante differenza: i giocatori devono alternare i tentativi di indovinare lettere presenti nella parola (il round “dentro”) con lettere non presenti (il round “fuori”) fino al termine della partita.
    Play Hangman Step 10.jpg
    • Se uno dei giocatori indovina una lettera presente nella parola, devi scriverla a prescindere da quale round sia in vigore. Tuttavia, devi segnare anche un errore se si trattava del round “fuori”.
    • Per rendere il gioco più semplice, chi ha pensato la parola può scrivere tutte le lettere dell’alfabeto e spuntarle una volta eliminate.[2]
    • Puoi giocare a “Dentro & fuori” da solo su internet.
  3. Usa parole del vocabolario per trasformare l'”impiccato” in un gioco per tutta la classe. Questo passatempo è un ottimo strumento per gli insegnanti che vogliono insegnare parole nuove agli studenti. Tuttavia, per renderlo davvero efficace, aggiungi una regola in più: quando un alunno indovina la parola segreta, deve conoscerne la definizione per vincere.
    Play Hangman Step 11.jpg
    • Per accelerare il gioco, scrivi l’elenco delle possibili risposte.

modificaConsigli

  • Chi ha pensato la parola dovrebbe dare ai giocatori un indizio o una categoria, come animali, verdure o stelle del cinema, in modo da rendere il gioco più facile.
  • Inizia dalle vocali, considerando che “U” è quella meno usata.
  • Per prima cosa inizia dalle vocali, in modo da eliminare molti errori possibili.

modificaAvvertenze

  • Fai attenzione a non usare frasi troppo violente sull’impiccagione in presenza di bambini piccoli.

modificawikiHow Correlati

modificaFonti e Citazioni

Cite error <ref> tags exist, but no <references/> tag was found

$2

Continua a leggere

Come Disabilitare gli Aggiornamenti Automatici in Windows 10

Un sistema operativo si può ritenere sicuro solo se viene mantenuto costantemente aggiornato. Windows 10 esegue questa procedura in modo totalmente automatico. Gli aggiornamenti rilasciati da Microsoft servono per correggere bug e problemi di sicurezza, unitamente ad aggiungere nuove funzionalità al sistema operativo.[1][2][3][4] Tuttavia, il fatto che Windows 10 si aggiorni automaticamente potrebbe non piacere a tutti gli utenti, quindi in questo articolo viene mostrato come disabilitare completamente gli aggiornamenti automatici di Windows 10.

modificaScegliere il Metodo

  • Disabilitare il Servizio Windows Update: questo metodo mostra come disattivare completamente l’aggiornamento automatico del sistema operativo che viene effettuato tramite il servizio Windows Update. Quest’ultimo non sarà più operativo finché non verrà riattivato manualmente.
  • Installare gli Aggiornamenti Manualmente: questo metodo mostra come installare manualmente gli aggiornamenti del sistema operativo forniti dal sevizio Windows Update impedendo a Windows 10 di farlo automaticamente. È bene ricordare che gli aggiornamenti relativi alla sicurezza del sistema verranno comunque installati automaticamente.
  • Disabilitare l’Aggiornamento Automatico delle App del Windows Store: questo metodo mostra come impedire l’aggiornamento automatico delle applicazioni scaricate tramite il Windows Store.
  • Disabilitare l’Aggiornamento Automatico dei Driver: questo metodo mostra come impedire l’installazione e l’aggiornamento dei driver e del software relativo all’hardware del sistema e la modifica delle icone del dispositivo.

modificaPassaggi

modificaDisabilitare il Servizio Windows Update

  1. Apri la finestra Servizi di Windows. Clicca il campo di ricerca posto sulla barra delle applicazioni di Windows, quindi digita la parola chiave . A questo punto seleziona la relativa icona dall’elenco dei risultati apparso.
    Turn Off Automatic Updates in Windows 10 Step 1 Version 5.jpg
    • Se il campo di ricerca non è visibile sulla barra delle applicazioni, significa che molto probabilmente è stato nascosto. Per effettuare una ricerca all’interno del computer accedi al menu “Start” cliccando l’icona , quindi digita la parola chiave che desideri.
  2. Individua il servizio “Windows Update” e selezionalo con un doppio clic del mouse. Molto probabilmente avrai la necessità di scorrere l’elenco dei servizi di Windows verso il basso.
    Turn Off Automatic Updates in Windows 10 Step 2 Version 5.jpg
    • In alternativa seleziona la voce “Windows Update” con il tasto destro del mouse e scegli l’opzione dal menu contestuale apparso.
  3. Accedi al menu a discesa “Tipo di avvio” e scegli la voce .
    Turn Off Automatic Updates in Windows 10 Step 3 Version 5.jpg
    • Per riattivare il servizio occorre selezionare semplicemente l’opzione dal medesimo menu a discesa.
  4. Arresta il servizio “Windows Update”. Per farlo, premi semplicemente il pulsante posto sotto al menu a discesa “Tipo di avvio”.
    Turn Off Automatic Updates in Windows 10 Step 4 Version 5.jpg
  5. Salva le modifiche e chiudi la finestra. Per farlo, premi semplicemente il pulsante e chiudi la finestra “Servizi”.
    Turn Off Automatic Updates in Windows 10 Step 5 Version 5.jpg

modificaInstallare gli Aggiornamenti Manualmente Tramite una Connessione a Consumo

  1. Connetti il computer a internet. Clicca l’icona della connessione WiFi o della connessione di rete Ethernet posta nell’angolo inferiore destro del desktop sulla barra delle applicazioni all’interno dell’area riservata alle notifiche di Windows 10.
    Turn Off Automatic Updates in Windows 10 Step 6 Version 5.jpg
  2. Avvia l’applicazione “Impostazioni”. Per farlo, accedi al menu “Start” cliccando l’icona e seleziona l’icona “Impostazioni” a forma di ingranaggio .
    Turn Off Automatic Updates in Windows 10 Step 7 Version 5.jpg
    • In alternativa puoi premere la combinazione di tasti di scelta rapida .
  3. Scegli l’opzione caratterizzata dall’icona .
    Turn Off Automatic Updates in Windows 10 Step 8 Version 5.jpg
  4. Seleziona la connessione di rete attualmente attiva utilizzando il menu posto sulla parte sinistra della finestra. Molto probabilmente dovrai selezionare la connessione Wi-Fi o cablata tramite cavo di rete Ethernet.
    Turn Off Automatic Updates in Windows 10 Step 9 Version 5.jpg
    • In alternativa seleziona il link “Modifica proprietà di connessione” presente nella schermata principale della scheda “Stato” della pagina “Rete e Internet” e passa direttamente al passaggio numero sei.
  5. Seleziona il nome della connessione di rete attualmente attiva riportato al centro della pagina. Normalmente dovrebbe essere presente una sola connessione attiva e quindi un solo nome.
    Turn Off Automatic Updates in Windows 10 Step 10 Version 5.jpg
  6. Imposta una connessione a consumo. Per farlo, attiva il cursore “Imposta come connessione a consumo” spostandolo verso destra . A questo punto la connessione scelta verrà configurata come connessione a consumo.
    Turn Off Automatic Updates in Windows 10 Step 11 Version 5.jpg
    • Per ripristinare gli aggiornamenti automatici di Windows occorre semplicemente disattivare il cursore “Imposta come connessione a consumo” spostandolo verso sinistra .

modificaDisabilitare l’Aggiornamento Automatico delle App del Windows Store

  1. Avvia l’app Windows Store. Per farlo, clicca l’icona posizionata sulla barra delle applicazioni di Windows. In alternativa puoi eseguire una ricerca utilizzando l’apposita funzionalità di Windows 10.
    Turn Off Automatic Updates in Windows 10 Step 12 Version 4.jpg
  2. Clicca l’icona del tuo profilo posta sulla sinistra del campo “Cerca” posizionato nella parte superiore destra della finestra. In questo modo verrà visualizzato un menu a discesa con diverse opzioni.
    Turn Off Automatic Updates in Windows 10 Step 13 Version 4.jpg
  3. Accedi alle impostazioni di configurazione del Windows Store. Per farlo, scegli la voce dal menu apparso.
    Turn Off Automatic Updates in Windows 10 Step 14 Version 4.jpg
  4. Disabilita l’aggiornamento automatico delle applicazioni scaricate tramite il Windows Store. Per farlo, disattiva il cursore “Aggiorna le app automaticamente” spostandolo verso sinistra . È collocato nella parte superiore della pagina relativa alle impostazioni del Windows Store.
    Turn Off Automatic Updates in Windows 10 Step 15 Version 4.jpg
    • Nel caso in cui fosse già disabilitato, significa che le applicazioni installate tramite il Windows Store non vengono aggiornate automaticamente.

modificaDisabilitare l’Aggiornamento Automatico dei Driver

  1. Accedi alla finestra “Proprietà del sistema”. Per farlo, esegui una ricerca all’interno del computer utilizzando l’apposito campo di testo sulla barra delle applicazioni e la parola chiave . Scegli l’opzione “Visualizza impostazioni di sistema avanzate” dall’elenco dei risultati apparso.
    Turn Off Automatic Updates in Windows 10 Step 16 Version 5.jpg
  2. Accedi alla scheda collocata nella parte superiore della finestra “Proprietà del sistema”.
    Turn Off Automatic Updates in Windows 10 Step 17 Version 4.jpg
  3. Apri la finestra “Impostazioni installazione dispositivo”. Per farlo, premi il pulsante .
    Turn Off Automatic Updates in Windows 10 Step 18 Version 4.jpg
  4. Disabilita l’aggiornamento automatico dei driver e delle icone. Per farlo, seleziona il radio pulsante “No” posizionato all’interno della nuova finestra di pop-up apparsa.
    Turn Off Automatic Updates in Windows 10 Step 19 Version 4.jpg
    • Se l’opzione in esame è già selezionata, significa che l’aggiornamento automatico dei driver è già disabilitato. In questo caso dovrai semplicemente chiudere la finestra apparsa cliccando l’icona posta nell’angolo superiore destro.
  5. Salva le nuove impostazioni. Per farlo, premi il pulsante caratterizzato da un piccolo scudo di colore blu e giallo posto sulla parte sinistra.
    Turn Off Automatic Updates in Windows 10 Step 20 Version 2.jpg

modificaConsigli

  • Generalmente Microsoft rilascia i nuovi aggiornamenti per Windows ogni secondo martedì del mese. Questo evento è conosciuto come il “Patch Tuesday”.[5][6] Se hai scelto di scaricare e installare i nuovi aggiornamenti manualmente, assicurati di farlo su base regolare ogni “Patch Tuesday”.

modificaAvvertenze

  • Disabilitando il servizio Windows Update l’intero sistema risulterà vulnerabile a virus e malware.[7] Per questo motivo tutti gli esperti consigliano caldamente di non disattivare gli aggiornamenti automatici di Windows.
  • Online esistono moltissimi articoli che consigliano di utilizzare l’Editor dei criteri di gruppo di Windows per gestire il servizio Windows Update. Tuttavia questa procedura non è più attuabile a causa del rilascio dell’Anniversary Update per Windows 10.[8]

modificaCose che ti Serviranno

  • Dispositivo che utilizza Windows 10
  • Account amministratore del computer (per disattivare l’aggiornamento dei driver)

modificawikiHow Correlati

modificaFonti e Citazioni

Cite error <ref> tags exist, but no <references/> tag was found

$2

Continua a leggere

Come Aggirare il Controllo Genitori su un Mac

Scoprire che sul tuo Mac OS X è attivo il controllo genitori può essere una vera delusione. Fortunatamente, esistono alcuni metodi per aggirare questa impostazione.

modificaPassaggi

modificaDisabilitare il Controllo Genitori con l’Accesso da Amministratore

  1. Accedi con un account amministratore. È facile disattivare il controllo genitori su un account OS X, direttamente dal profilo che lo ha attivato o con un altro utente con diritti da amministratore. Se desideri disattivare le restrizioni su un account che al momento le ha attivate, devi inserire nome utente e password da amministratore; si tratta di una misura di sicurezza che impedisce agli utenti senza le autorizzazioni necessarie di aggirare le limitazioni.
    Bypass Parental Controls on a Mac Step 1.jpg
  2. Apri le Preferenze di sistema dal menu Apple e seleziona “Controllo genitori”.
    Bypass Parental Controls on a Mac Step 2.jpg
  3. Clicca l’icona a forma di lucchetto e inserisci le credenziali di accesso. Questo ti permette di fare modifiche alle restrizioni.
    Bypass Parental Controls on a Mac Step 3.jpg
  4. Seleziona l’account su cui vuoi disattivare il Controllo genitori.
    Bypass Parental Controls on a Mac Step 4.jpg
  5. Clicca l’icona a forma di ingranaggio nella parte bassa del pannello delle preferenze e seleziona “Disattiva controllo genitori per “Nome utente””.
    Bypass Parental Controls on a Mac Step 5.jpg
  6. Esci dalle Preferenze di sistema. Hai disattivato il controllo genitori per un utente su Mac OS X.
    Bypass Parental Controls on a Mac Step 6.jpg
    • Questo metodo disattiva subito tutte le restrizioni e il controllo genitori impostati sull’utente Mac selezionato, quindi non c’è bisogno di modificare manualmente la configurazione delle singole opzioni di restrizione. Il profilo avrà le autorizzazioni predefinite determinate dal tipo di account, che sia ospite, normale o amministratore.

modificaAggirare il Filtro Genitori

  1. Usa la scorciatoia per aprire il filtro del controllo genitori sul Mac, poi inserisci la password del controllo (devi conoscere la password per questo metodo).
    Bypass Parental Controls on a Mac Step 7.jpg
  2. Elimina i siti o le parole chiave dalla lista dei contenuti proibiti.
    Bypass Parental Controls on a Mac Step 8.jpg
  3. Apri di nuovo il sito che ti interessa. Potrai visitarlo di nuovo.
    Bypass Parental Controls on a Mac Step 9.jpg

modificaAggirare il Controllo Genitori senza Diritti di Amministratore

  1. Spegni il computer tenendo premuto il pulsante di accensione.
    Bypass Parental Controls on a Mac Step 10.jpg
  2. Premi di nuovo il pulsante per accendere il computer.
    Bypass Parental Controls on a Mac Step 11.jpg
  3. Tieni premuti i tasti dopo aver sentito il suono di accensione.
    Bypass Parental Controls on a Mac Step 12.jpg
  4. Quando compare il terminale, inserisci i comandi seguenti.
    Bypass Parental Controls on a Mac Step 13.jpg
    • Con questo metodo creerai un nuovo account amministratore (premi Invio dopo ogni comando):
    • Questo metodo fa credere al Mac che si tratta della prima volta che hai creato un account. Il computer si avvierà e farà partire l’operazione guidata di creazione di un profilo. Clicca “Non trasferire i miei dati” e completa tutti i campi richiesti, come nome, indirizzo e password. Non creare un nuovo Mac ID.
  5. Riavvia il sistema. Una volta finito, il computer dovrebbe spegnersi. Accendilo di nuovo e accedi con il nuovo account.
    Bypass Parental Controls on a Mac Step 14.jpg
  6. Apri le Preferenze di sistema. L’account che hai appena creato dovrebbe avere diritti da amministratore, quindi clicca l’icona Apple nella barra grigia della parte alta del computer e seleziona Preferenze di sistema.
    Bypass Parental Controls on a Mac Step 15.jpg
  7. Clicca sul pulsante Account. La sua icona ha due silhouette nere a forma di persona.
    Bypass Parental Controls on a Mac Step 16.jpg
  8. Clicca l’icona a forma di lucchetto in basso a sinistra per effettuare le modifiche e digita la tua password.
    Bypass Parental Controls on a Mac Step 17.jpg
  9. Trova la colonna in cui sono elencati gli account del computer. Clicca sull’account protetto dal controllo genitori. Dovresti vedere una casella spuntata con la voce “Attiva controllo genitori”. Leva il segno di spunta oppure modifica le impostazioni del controllo genitori su quel profilo.
    Bypass Parental Controls on a Mac Step 18.jpg
  10. Esci dalle Preferenze di sistema e dal nuovo account amministratore. Accedi al profilo che era protetto dal controllo genitori e controlla se hai risolto il problema.
    Bypass Parental Controls on a Mac Step 19.jpg

Continua a leggere

Come Promuovere su Craigslist un Mercatino a Casa

Craigslist è un sito web in cui puoi pubblicare gratuitamente annunci online. Il sito suddivide gli annunci in pagine dedicate a una singola città di varie nazioni, in cui gli utenti possono rivolgersi ai clienti di quella regione. Puoi pubblicare un annuncio su Craigslist anche senza creare un account gratuito sul sito.

modificaPassaggi

  1. Visita l’homepage di Craigslist su un browser. Se necessario, seleziona la posizione geografica più vicina alla tua.
    Advertise a Garage Sale on Craigslist Step 1.jpg
  2. Cerca su Craigslist altri annunci di mercatini privati, in modo da vedere che cosa pubblicano gli altri utenti. Pensa a dei metodi per migliorare il tuo post e distinguerlo dagli altri.
    Advertise a Garage Sale on Craigslist Step 2.jpg
  3. Clicca su “inser. in annunci”. Troverai il link nella parte in alto a sinistra della pagina.
    Advertise a Garage Sale on Craigslist Step 3.jpg
  4. Riempi il modulo di pubblicazione di Craigslist.
    Advertise a Garage Sale on Craigslist Step 4.jpg
    • Scegli che tipo di annuncio stai pubblicando. Un mercatino privato potrebbe essere pubblicato sotto “in vendita”, poi “vendita usato”.
    • Scegli la regione geografica più vicina a te, ad esempio in che parte della nazione si svolgerà la vendita.
    • Se desideri scegli la città più vicina alla tua posizione. Craigslist permette di saltare questo passaggio.
    • Fornisci informazioni sul mercatino. Cita l’ora, la data e l’indirizzo nel titolo e nella descrizione dell’annuncio. Includi un elenco parziale degli oggetti che venderai, in modo da attirare le persone a partecipare.
    • Scegli fino a tre date per l’evento.
    • Puoi scegliere se nascondere o mostrare il tuo indirizzo e-mail. Nascondendolo le persone interessate non potranno contattarti via e-mail, quindi dovrai inserire altre informazioni di contatto per rispondere alle domande o ai commenti sul mercatino.
    • Se desideri, aggiungi delle immagini all’annuncio. Clicca il pulsante “aggiungi/modifica immagini”, poi “seleziona file” per scegliere una foto dal computer.
    • Invia il modulo quando hai finito tutti i passaggi.
  5. Controlla la tua e-mail e cerca il link al modulo online che ti ha spedito Craigslist.
    Advertise a Garage Sale on Craigslist Step 5.jpg
  6. Clicca sul link per effettuare le ultime modifiche al tuo annuncio.
    Advertise a Garage Sale on Craigslist Step 6.jpg
  7. Pubblica l’annuncio. Dovrebbe comparire su Craigslist entro 15 minuti.
    Advertise a Garage Sale on Craigslist Step 7.jpg

modifica

  1. Clicca “account” sulla homepage di Craigslist. Troverai il pulsante sotto “inser. in annunci”.
    Advertise a Garage Sale on Craigslist Step 8.jpg
  2. Se non hai già un account, creane uno.
    • Clicca il link “Crea account” nella parte bassa della pagina “account”.
      Advertise a Garage Sale on Craigslist Step 9Bullet1.jpg
    • Inserisci la tua e-mail e le parole di verifica per superare il controllo di sicurezza.
      Advertise a Garage Sale on Craigslist Step 9Bullet2.jpg
    • Clicca “Crea account”.
      Advertise a Garage Sale on Craigslist Step 9Bullet3.jpg
    • Controlla l’e-mail e segui le istruzioni su come completare la creazione dell’account.
  3. Accedi al tuo account Craigslist. Usa e-mail e password.
    Advertise a Garage Sale on Craigslist Step 10.jpg
  4. Seleziona la pagina di Craigslist dedicata alla zona in cui vuoi pubblicare l’annuncio. Puoi trovarla nel menu in alto a destra della homepage. Clicca “Vai”.
    Advertise a Garage Sale on Craigslist Step 11.jpg
  5. Compila il modulo guidato per creare l’annuncio. Scrivi il titolo e le informazioni.
    Advertise a Garage Sale on Craigslist Step 12.jpg
  6. Pubblica l’annuncio.
    Advertise a Garage Sale on Craigslist Step 13.jpg

modificaConsigli

  • Per le città americane di Boston, Chicago, Los Angeles, New York, Portland, Sacramento, San Diego, Seattle, l’area della baia di San Francisco e Washington, D.C., gli annunci pubblicati su Craigslist vengono cancellati dopo sette giorni. Per tutte le altre città gli annunci resteranno fino alla loro scadenza o per 45 giorni.
  • Per alcuni oggetti particolarmente costosi, può essere utile pubblicare un annuncio separato nella categoria corrispondente con delle immagini, in modo da attirare i potenziali compratori alla vendita (e al suo annuncio). Questo ti permette di attirare le persone che normalmente non sono interessate ai mercatini dell’usato, ma che vogliono acquistare un oggetto specifico in una categoria, specie se eseguono le loro ricerche per immagini e non per testo.
  • È il contenuto dell’annuncio che attira le persone alla tua vendita! Pensa a che cosa cerca chi frequenta i mercatini dell’usato. Cita gli oggetti più interessanti nell’annuncio, insieme a quelli da collezionisti e quelli più usati, come videogiochi e console, CD, DVD, vestiti di marca e attrezzature sportive.
  • Tieni le e-mail che ti invia Craigslist dopo aver pubblicato l’annuncio online. Seguendo il link nel messaggio puoi modificare l’annuncio senza creare un account sul sito.
  • Creare un account su Craigslist è utile se pubblichi spesso annunci e rende molto più semplice modificare, eliminare e gestire i tuoi post.
  • Per assicurarti di essere sul vero sito di Craigslist, digita l’URL della homepage direttamente nella barra degli indirizzi del browser. Clicca su “account” per eseguire l’accesso.

modificaAvvertenze

  • Fai attenzione alle e-mail che ti inviano un link a una pagina di accesso a Craigslist e richiedono le tue credenziali. Non sono legittime.
  • Craigslist impone delle restrizioni su quello che puoi vendere sul sito e sul contenuto degli annunci, ad esempio attività o prodotti illegali.

modificaCose che ti Serviranno

  • Sito web di Craigslist
  • Modulo di pubblicazione online
  • Indirizzo e-mail
  • Informazioni sulla vendita
  • Immagini digitali
  • Account Craigslist (facoltativo)

modificawikiHow Correlati

Continua a leggere