Cosa vorreste leggere online? Necessità e conversazione – le chiavi secondo Rudy Bandiera

Dopo l’intervista della precedente settimana a Skande, non potevamo perderci il parere del suo famoso compare Rudy Bandiera (twitter). Anche Rudy non ha bisogno di particolari presentazioni: con il suo stile comunicativo frizzante, diretto e impertinente, Rudy ci svela qualche suo segreto che lo ha portato, negli anni, ad essere uno dei più apprezzati personaggi della rete.

Rudy Bandiera

Ecco il Rudy-pensiero…

1- Visite visite visite: spesso, non sempre, sono un obiettivo centrale in un progetto web. Come arrivare a fare visite, ad incrementarle costantemente? Cosa serve, dal tuo punto di vista e dalla tua esperienza?

Le visite, da sole, sono un peso. Le sole visite servono solo ad appesantire il server. Le visite, senza conversione sono nulla. Partendo da questo presupposto diciamo che per fare visite servono ottimi contenuti in linea con il prodotto che vogliamo vendere, sia esso frutta, tecnologia o noi stessi. E servono delle call to action che funzionino.

 

2- Social Media e visite, un rapporto in costante evoluzione: cosa ne pensi? Come rendere i Social Media un canale privilegiato per fare visite?

I social sono conversazione. Se le aziende pensano di poter arrivare su Facebook, esporre i prodotti e vendere hanno sbagliato tutto. Devono parlare con le persone, interagire, discutere e mettersi in gioco.

 

3- Quali sono le 3 cose che non devono mancare in un progetto che punti alla visibilità sui motori di ricerca?

Non possono mancare una struttura del sito consona a quello che vuole Google, dei contenuti verticali e di qualità e una buona base social, specie Google Plus.

 

4- SEO copywriting: hummingbird, co-occorrenze, citazioni, linking… una gran confusione. In sintesi, secondo te, come bisogna scrivere sul web per stimolare le visite e contemporaneamente instaurare un dialogo chiaro con i lettori? Qualche trucco / tool consigliato?

Trucchi no, consigli anche troppi :) Dico quello più banale, quello più semplice: siate utili. Tutti leggono per avere in cambio qualcosa, ovvero un’emozione, oppure imparare qualcosa, oppure sorridere o che ne so io.

Dovete essere utili a chi vi legge, altrimenti chiudete baracca.

 

5- Se un’azienda dovesse aprire un’area news/blog aziendale, quali consigli ti sentiresti di fornire?

Quelli di cui sopra :) Consiglierei di scrivere 2 o 3 volte a settimana almeno, e di cercare di soddisfare delle necessità. Se fate software parlate di software, di come configurarli e di come crearli, ma non parlate di voi, non necessariamente almeno.

 

6- Se invece una persona comune volesse comunicare ed esprimersi online, cosa consiglieresti di fare? Quali strumenti suggeriresti?

Il blog è imprescindibile. Senza il blog, che deve essere il centro della comunicazione, nulla è possibile e concreto.

 

7- Come trovi gli argomenti per il tuo blog?

Non lo vengo certo a dire a te :D No, in realtà molte cose mi vengono semplicemente in mente, molte altre mi vengono segnalate. Dipende… Alla mattina in doccia sono molto creativo, se non ho abbondato con la peperonata la sera prima ;)

Necessità e concretezza, quindi. Grazie Rudy!

Le precedenti interviste:

Stefano Mini: http://www.alverde.net/blog/licenziarsi-dal-lavoro-e-vivere-con-il-proprio-sito-intervista-a-stefano-mini/1415/

Andrea Giuliodori: http://www.alverde.net/blog/personalita-e-tanta-ricerca-la-ricetta-di-andrea-giuliodori-per-sfondare-online/1421/

Davide “Tagliaerbe” Pozzi: http://www.alverde.net/blog/intervista-a-davide-tagliaerbe-lettura-e-personal-branding-per-guadagnare-online/1423/

Rosa Giuffrè: http://www.alverde.net/blog/intervista-a-rosa-giuffre-essere-speciali-e-accendere-un-faro-su-se-stessi-sul-web-aiuta-eccome/1428/

Riccardo “Merlinox” Mares: http://www.alverde.net/blog/intervista-a-riccardo-mares-tecnica-anima-la-ricetta-per-aver-successo-online/1434/

Riccardo “Skande” Scandellari: http://www.alverde.net/blog/sperimentare-per-costruire-una-community-e-fare-sempre-nuove-visite-intervista-a-skande/1439/

 

VUOI LASCIARE UN COMMENTO?

CLICCA QUI: Cosa vorreste leggere online? Necessità e conversazione – le chiavi secondo Rudy Bandiera

Va all\’articolo completo cliccando qui –>

Il “crossfit”, la disciplina agonistica che dilaga in Italia – JUGO Salute & Benessere

Il “crossfit”, la disciplina agonistica che dilaga in Italia

Questo articolo è stato pubblicato da JUGO nella sezione Salute & Benessere

  Dinamica, divertente, agonistica e produttiva, queste alcune delle caratteristiche fondamentali di una “nuova” pratica sportiva che sta dilagando tra gli italiani, il crossfit. Riconosciuto come sport a tutti gli effetti, il crossfit nasce in California e viene esportato in tutto il mondo a partire dagli anni 70. In Italia giunge lentamente, gli italiani inizialmente […]


Va all’articolo completo cliccando qui –>

Sperimentare per costruire una community e fare sempre nuove visite: intervista a Skande

Ci fa piacere riportarvi oggi l’intervista di una vera e propria Web Star, Riccardo Scandellari, meglio conosciuto come Skande. Curatore di contenuti, creativo, giornalista e scrittore, l’eclettico Skande ci svela qualche dritta su come fare visite online ed avere successo…

Skande

1- Visite visite visite: spesso, non sempre, sono un obiettivo centrale in un progetto web. Come arrivare a fare visite, ad incrementarle costantemente? Cosa serve, dal tuo punto di vista e dalla tua esperienza?

La quantità delle visite non è fondamentale se vogliamo parlare ad un determinato pubblico. Oltre a cercare argomenti di interesse per il settore specifico va poi creata una community a supporto e tentare di posizionare la stessa nei risultati di Google. Diciamo che con ottimi contenuti si può contare nella condivisione di chi ci segue.

 

2- Social Media e visite, un rapporto in costante evoluzione: cosa ne pensi? Come rendere i Social Media un canale privilegiato per fare visite?

Personalmente faccio più visite da Twitter che non da Google, i social network sono diventati fondamentali ora che molti li sfruttano come canale principale per informarsi.

 

3- Quali sono le 3 cose che non devono mancare in un progetto che punti alla visibilità sui motori di ricerca?

Non sono il più qualificato su questo argomento, a mio avviso serve un buon titolo, link in ingresso e tanta conversazione sul post da posizionare.

 

4- SEO copywriting: hummingbird, co-occorrenze, citazioni, linking… una gran confusione. In sintesi, secondo te, come bisogna scrivere sul web per stimolare le visite e contemporaneamente instaurare un dialogo chiaro con i lettori? Qualche trucco / tool consigliato?

Non esista nessun tool che possa fare questo, l’unica cosa è comprendere il target di riferimento e comunicare i contenuti giusti nel modo giusto, ci sono libri che spiegano come curare i contenuti passando dal titolo, le immagini e come creare il giusto feeling. Si può studiare e assimilare ma alcuni noterete che hanno una particolare predisposizione e talento innato.

 

5- Se un’azienda dovesse aprire un’area news/blog aziendale, quali consigli ti sentiresti di fornire?

Umanizzare, umanizzare e umanizzare: raccontate le persone e fate scrivere le persone con i loro account e mostratene i volti. Il marchio viene dopo.

 

6- Se invece una persona comune volesse comunicare ed esprimersi online, cosa consiglieresti di fare? Quali strumenti suggeriresti?

Sono fissato con il blog, penso che gli account social vengano a supporto del proprio blog, che è la vera palestra in cui si comprende quali contenuti funzionino e quali no.

 

7- Come trovi gli argomenti per il tuo blog?

Ovunque, anche da questa intervista, alcune domande possono diventare veri e propri post. Anche dalle lezioni, domande ricevute via mail e scorrendo il feed reader quando voglio cavalcare l’attualità.

Grazie Skande!

 

Le precedenti interviste:

Stefano Mini: http://www.alverde.net/blog/licenziarsi-dal-lavoro-e-vivere-con-il-proprio-sito-intervista-a-stefano-mini/1415/

Andrea Giuliodori: http://www.alverde.net/blog/personalita-e-tanta-ricerca-la-ricetta-di-andrea-giuliodori-per-sfondare-online/1421/

Davide “Tagliaerbe” Pozzi: http://www.alverde.net/blog/intervista-a-davide-tagliaerbe-lettura-e-personal-branding-per-guadagnare-online/1423/

Rosa Giuffrè: http://www.alverde.net/blog/intervista-a-rosa-giuffre-essere-speciali-e-accendere-un-faro-su-se-stessi-sul-web-aiuta-eccome/1428/

Riccardo Mares: http://www.alverde.net/blog/intervista-a-riccardo-mares-tecnica-anima-la-ricetta-per-aver-successo-online/1434/

VUOI LASCIARE UN COMMENTO?

CLICCA QUI: Sperimentare per costruire una community e fare sempre nuove visite: intervista a Skande

Va all\’articolo completo cliccando qui –>

Voglia di estate a settembre: ecco dove – JUGO Viaggi & Eventi

Voglia di estate a settembre: ecco dove

Questo articolo è stato pubblicato da JUGO nella sezione Viaggi & Eventi

Leggi le tre mete da sogno per non far concludere ancora questa estate 2014. Se l’estate appena conclusa ti è scivolata fra le dita delle mani quasi fosse stata sabbia e ne vuoi ancora, ti farà piacere sapere che esistono angoli di mondo dove la bella stagione sta per iniziare. Le tre mete che ti […]


Va all’articolo completo cliccando qui –>

“Io prima di te” arriva al cinema dopo il successo del best seller di Jojo Moyes – JUGO Arte & Libri

“Io prima di te” arriva al cinema dopo il successo del best seller di Jojo Moyes

Questo articolo è stato pubblicato da JUGO nella sezione Arte & Libri

“Io prima di te”, romanzo campione di vendite e che porta la firma di Jojo Moyes, presto sbarcherà sui grandi schermi: la programmazione al cinema dell’omonimo film dovrebbe essere prevista in America per l’agosto 2015. Dopo la notizia dell’arrivo al cinema di un’altra storia tratta da un libro vendutissimo, e stiamo parlando di “50 Sfumature di […]


Va all’articolo completo cliccando qui –>

Intervista a Riccardo Mares: “tecnica + anima” la ricetta per aver successo online

L’intervista di oggi è, a mio avviso, particolarmente interessante per la trasversalità professionale dell’intervistato: Riccardo Mares, conosciuto sul web come Merlinox, è “un tecnico” che sa comunicare. Dalla sua attività principale di Seo Specialist, si passa in un lampo a conoscere Riccardo come project manager, come developer creativo, anche come produttore di contenuti (Ricette 2.0, ad esempio) ed infine… come runner!

1- Visite visite visite: spesso, non sempre, sono un obiettivo centrale in un progetto web. Come arrivare a fare visite, ad incrementarle costantemente? Cosa serve, dal tuo punto di vista e dalla tua esperienza?

Dal mio punto di vista servono degli obiettivi di business, degli indicatori e delle tappe intermedie da raggiungere. Spesso consideriamo il sito web come un “qualcosa” che si pubblica, dimenticandoci che in realtà è un progetto informativo e un progetto di business.

Il traffico significa molto poco: è un po’ come nei bar del paese dove i tavolini erano assediati da clienti che con un caffè erano apposto per tutta la giornata. In quel caso il bar era pieno ma le casse vuote.

Se proprio bisogna parlare di visite ovviamente bisogna essere in grado di equilibrare le 4 (…3) sorgenti: diretto, referral, organico e adv.

Sono sorgenti di traffico ma implicano investimenti in: brand, PR, Seo e pubblicità.

Escludendo la pubblicità, sono investimenti ormai strettamente correlati: dipenderà poi dal settore e dagli obiettivi come verranno definiti i vari ratio, potrebbero esserci progetti dove basta l’ADV.

 

2- Social Media e visite, un rapporto in costante evoluzione: cosa ne pensi? Come rendere i Social Media un canale privilegiato per fare visite?

Non sono un Social Media Manager ma gestendo progetti web ovviamente ci sbatto il muso. Mi ricollego alla domanda di prima: i Social sono il principale veicolo per fare brand, PR e customer satisfaction. Ribadisco, ogni progetto deve avere un equilibrio delle sorgenti, ma è impensabile oggi non prevederli nelle attività.

Un’arma a doppio taglio, o meglio un’arma da conoscere bene. Qualche anno fa c’era OKNotizie, che con il titolo giusto e il “supporto” giusto, era in grado di portare numeri di traffico esagerati: ma con che reali risultati di qualità del traffico? Cosa voglio dire: probabilmente fare traffico è la cosa più facile, bisogna definirne gli standard di qualità per il progetto.

 

3- Quali sono le 3 cose che non devono mancare in un progetto che punti alla visibilità sui motori di ricerca?

Obiettivi, Qualità tecnica del sito, Contenuti.

 

4- SEO copywriting: hummingbird, co-occorrenze, citazioni, linking… una gran confusione. In sintesi, secondo te, come bisogna scrivere sul web per stimolare le visite e contemporaneamente instaurare un dialogo chiaro con i lettori? Qualche trucco / tool consigliato?

E’ accettabile “Scrivere per gli utenti”? No… direi di no. Secondo me conviene – specie in questo periodo SEO particolarmente “caldo” – astrarsi dagli algoritmi e veramente lavorare cercando di rispondere a due domande: cosa potrebbe gradire Google, cosa potrebbero gradire i miei lettori.

Detto questo un controllo totale della materia, una ricerca spasmodica di qualità dei contenuti con particolare riferimento al lessico e accurata e continua analisi keyword sono sicuramente le linee guida da seguire. Su un blog, ad esempio, sarebbe da fare un’analisi keyword per ogni post che si scrive, senza contare una verifica comparata per non creare conflitti con altri post.

Di tool ce ne sono tanti, bisogna però saperli usare, e non parlo di spingere i pulsanti: personalmente uso (obbligatoriamente) il keyword tool di Adwords, SuggestMrx e parecchia analisi delle SERP e dei competitor.

 

5- Se un’azienda dovesse aprire un’area news/blog aziendale, quali consigli ti sentiresti di fornire?

Di lasciare spazio all’anima dell’azienda, di fare sentire che è un’entità viva, quasi una persona. Ok al piano editoriale con tutto ciò che attornia il lavoro dell’azienda, ma ricordiamoci sempre che parliamo alla gente e la gente vive di emozioni e rassicurazioni.

 

6- Se invece una persona comune volesse comunicare ed esprimersi online, cosa consiglieresti di fare? Quali strumenti suggeriresti?

Sicuramente il blog è il principale format per comunicare: economico, veloce, stabile. Come rampa di lancio, fonte di traffico e investimento sicuramente i social network sono un ottimo medium. Ricordiamo però che il blog rimane dell’utente, i social dei propri titolari.

 

7- Come trovi gli argomenti per il tuo blog?

Bella domanda: negli ultimi mesi non li trovo, o li trovo e non trovo il tempo di scrivere. Sicuramente avere una buona collezione di feed, ben catalogata, aiuta. Poi anche qui, con un po’ di “anima”: ci sono blogger online prevedibilissimi tanto che se scopri i feed a cui si appoggiano puoi prevedere il loro piano editoriale.

Ok alla content curation, ma non può costituire IL piano editoriale, può rappresentarne una parte e comunque lo stimolo per andare oltre.

Ancora una volta i social, le discussioni, i forum sono luoghi ottimi per trarre ispirazioni. Un consiglio per un blog “serio”? Stabilire un piano editoriale con categorie e tempi in modo da avere sempre comune una “mezza idea”.

Le precedenti interviste:

Stefano Mini: http://www.alverde.net/blog/licenziarsi-dal-lavoro-e-vivere-con-il-proprio-sito-intervista-a-stefano-mini/1415/

Andrea Giuliodori: http://www.alverde.net/blog/personalita-e-tanta-ricerca-la-ricetta-di-andrea-giuliodori-per-sfondare-online/1421/

Davide “Tagliaerbe” Pozzi: http://www.alverde.net/blog/intervista-a-davide-tagliaerbe-lettura-e-personal-branding-per-guadagnare-online/1423/

Rosa Giuffrè: http://www.alverde.net/blog/intervista-a-rosa-giuffre-essere-speciali-e-accendere-un-faro-su-se-stessi-sul-web-aiuta-eccome/1428/

 

VUOI LASCIARE UN COMMENTO?

CLICCA QUI: Intervista a Riccardo Mares: “tecnica + anima” la ricetta per aver successo online

Va all\’articolo completo cliccando qui –>

Soggiorno con delitto: un modo alternativo di passare le vacanze – JUGO Viaggi & Eventi

Soggiorno con delitto: un modo alternativo di passare le vacanze

Questo articolo è stato pubblicato da JUGO nella sezione Viaggi & Eventi

Stanchi delle solite vacanze? Paura di fissare una settimana in qualche località balneare e ritrovarvi poi chiusi in albergo per colpa della pioggia? Che siate annoiati o spaventati, è il caso di trovare alternative divertenti, diverse dal solito e dove gli imprevisti non saranno che colpi di scena teatrali.  Gli amanti del mistero e degli […]


Va all’articolo completo cliccando qui –>

Non sono film per vecchi: storia malinconica della cinematografia anni 80 e 90 per ragazzi e bambini – JUGO Cinema

Non sono film per vecchi: storia malinconica della cinematografia anni 80 e 90 per ragazzi e bambini

Questo articolo è stato pubblicato da JUGO nella sezione Cinema

Navi aliene, strani fori di proiettile, videogames e amicizie senza fine: ripercorriamo la meraviglia della filmografia per ragazzi anni 80 e 90, dove poche ed azzeccate battute bastavano a compensare poveri e goffi effetti speciali. La malinconia è il leitmotiv di chi ha avuto la fortuna di essere bambino negli anni 80. Il concetto racchiude, […]


Va all’articolo completo cliccando qui –>

Intervista a Rosa Giuffrè: essere speciali e accendere un faro su se stessi, sul web, aiuta eccome…

Terza intervista del nostro fortunato ciclo estivo. Oggi tocca a Rosa Giuffrè di futurosemplice.net, creativa e dinamica donna del web. Ecco come lei stessa si presenta:

Communication Consultant, Social Event Planner di Como. 
Sono un’ambasciatrice della Cultura Digitale, della Cultura Social e del #comunicarepositivo, per questo mi occupo di formazione, networking strategico, Digital PR per per aziende, PMI e associazioni in tutta Italia.
Mi trovi sul mio blog “
futurosemplice.net – easy future for complicated people” sul quale parlo di Social Network, Web Marketing, Social Events, Positive Life e dal quale esprimo la mia necessità di comunicare il valore della vita e delle persone.

Rosa Giuffrè

1- Visite visite visite: spesso, non sempre, sono un obiettivo centrale in un progetto web. Come arrivare a fare visite, ad incrementarle costantemente? Cosa serve, dal tuo punto di vista e dalla tua esperienza?

Vado subito al dunque: coinvolgimento di qualità. Banale? Io non credo. Quando un cliente decide di iniziare da zero un percorso di comunicazione integrata via web (sito/blog e social media) il concetto più difficile da trasferire è proprio questo. Non basta ‘esserci’, ma devi accendere un faro su di te, sulla tua attività. Questo vale anche se sei un utente e vuoi rafforzare la tua digital identity. Coinvolgi, comunica, parla del tuo settore, diventa il faro per chi cerca notizie inerenti al tuo mercato. Fallo in maniera personale, trova un tuo stile. Condividendo contenuti di qualità, quelli che emozionano, le visite aumenteranno. La domanda da porsi quindi all’inizio è:  perché io dovrei venire a visitare il tuo sito? Non basta avere buoni prodotti, mi devi attirare come un’ape sul miele!
Ovvio che, una volta strutturata la strategia di comunicazione, un buon supporto di ADV potrà aiutare.

 

2- Social Media e visite, un rapporto in costante evoluzione: cosa ne pensi? Come rendere i Social Media un canale privilegiato per fare visite?

Più che un canale privilegiato per ‘fare’ visite, io direi ‘attraverso il quale’ portare visite al mio sito/blog e dal quale comunicare. Perché sono così importanti? Lo dice la parola stessa:  social network, ovvero ‘rete sociale’. Costruire un networking strategico, di vero valore attorno ai propri interessi non significa entrare in contatto con aziende, ma con utenti, con le persone. Le persone influenzano, scelgono, si esprimono e finalmente possono direttamente dire ciò che pensano. La rete è democratica, quante volte lo sentiamo? Ma è la vera potenza. Arriva alle persone che potenzialmente potrebbero essere interessate a te e le tue visite aumenteranno.

 

3- Quali sono le 3 cose che non devono mancare in un progetto che punti alla visibilità sui motori di ricerca?

Qualità dei contenuti e SEO per ciò che riguarda sito. Informazioni complete, aggiornate e correttamente inserite sui social. Oggi, non può assolutamente mancare Google Plus.

 

4- SEO copywriting: hummingbird, co-occorrenze, citazioni, linking… una gran confusione. In sintesi, secondo te, come bisogna scrivere sul web per stimolare le visite e contemporaneamente instaurare un dialogo chiaro con i lettori? Qualche trucco / tool consigliato?

Se vuoi instaurare un dialogo chiaro e sincero evita i trucchi o le forzature. Torno al punto 1: perché dovrei leggere il tuo sito? Cos’hai tu di speciale? Quale problema risolvi? E ora trova ogni possibile strada per dare queste risposte con tuoi contenuti, guest, citazioni e link. Allarga la mente di chi ti legge, se sei interessante non hai bisogno di creare artifici anche perché a lungo andare tu non sapresti più cosa scrivere e l’utente se ne accorgerebbe.

 

5- Se un’azienda dovesse aprire un’area news/blog aziendale, quali consigli ti sentiresti di fornire?

Racconta chi sei, parla del tuo mondo, del mercato in cui operi e della tua storia, emoziona, ma non pensare mai che stai vendendo. La mentalità 1.0 ‘questo è mio e non lo deve sapere nessuno’ ha creato chiusura mentale. La chiusura mentale comporta l’incapacità di adattarsi ai grandi cambiamenti all’epoca che stiamo vivendo (crisi compresa). Se non sei flessibile soccombi. Accendi il faro su di te, fai vedere ‘che ne sai’, auto-referenziati, diventa tu stesso esperto e attirerai a te partner, competitors e clienti interessati perché avrai comunicato i valori che stanno dietro alla tua offerta di business.

 

6- Se invece una persona comune volesse comunicare ed esprimersi online, cosa consiglieresti di fare? Quali strumenti suggeriresti?

Apri un blog, sii umile e osserva chi è già più avanti di te nello stesso percorso. Sii educato nel cercare di costruirti passo dopo passo il tuo networking. Collabora e sii generoso: più dai, più riceverai. In fondo è anche la mia storia.

 

7- Come trovi gli argomenti per il tuo blog?

Parlo di social network, di formazione per PMI ed eventi. Mi ispiro soprattutto alle esperienze personali e professionali che vivo quotidianamente, all’arte e le applico al mondo dei social. #futurosemplice prima i diventare un progetto di business è ‘easy future for complicated people’, il futuro è semplice e spesso è la gente troppo complicata. Nelle cose semplici si nasconde la vera bellezza ed è li che scopro la voglia di comunicare.

 

Il personalissimo tocco di Rosa ci è piaciuto particolarmente. Che ne pensate?

PS: grazie Rosa!

Le precedenti interviste:

Stefano Mini: http://www.alverde.net/blog/licenziarsi-dal-lavoro-e-vivere-con-il-proprio-sito-intervista-a-stefano-mini/1415/

Andrea Giuliodori: http://www.alverde.net/blog/personalita-e-tanta-ricerca-la-ricetta-di-andrea-giuliodori-per-sfondare-online/1421/

Davide “Tagliaerbe” Pozzi: http://www.alverde.net/blog/intervista-a-davide-tagliaerbe-lettura-e-personal-branding-per-guadagnare-online/1423/

VUOI LASCIARE UN COMMENTO?

CLICCA QUI: Intervista a Rosa Giuffrè: essere speciali e accendere un faro su se stessi, sul web, aiuta eccome…

Va all\’articolo completo cliccando qui –>