Alla scoperta delle attrezzature per l’edilizia – JUGO Attualità

Alla scoperta delle attrezzature per l’edilizia

Questo articolo è stato pubblicato da JUGO nella sezione Attualità

L’edilizia è uno dei settori in cui hanno maggiormente peso e importanza gli attrezzi che vengono utilizzati dagli addetti ai lavori. Più un’azienda edile vuole soddisfare le molteplici richieste e necessità dei clienti, più deve essere dotata di attrezzi resistenti, versatili e sicuri. Conoscere tutte le attrezzature per l’edilizia che le aziende del settore adoperano per le […]


Va all’articolo completo cliccando qui –>

Cos’è un magazzino automatico? – JUGO Tecnologia

Cos’è un magazzino automatico?

Questo articolo è stato pubblicato da JUGO nella sezione Tecnologia

Nel settore industriale si sente sempre più spesso parlare di magazzino automatico, utilizzato per ottimizzare il flusso e la gestione delle merci di piccole, medie e grandi aziende. Cos’è un magazzino automatico? E quali sono le sue funzionalità? Un magazzino automatico è un impianto automatizzato che può essere utilizzato in diversi settori merceologici, la cui finalità è destinata principalmente allo stoccaggio degli articoli. Questo dispositivo […]


Va all’articolo completo cliccando qui –>

Patenti nautiche alla mano per partecipare alla Vela Cup 2017 – JUGO Sport

Patenti nautiche alla mano per partecipare alla Vela Cup 2017

Questo articolo è stato pubblicato da JUGO nella sezione Sport

I corsi per ottenere le patenti nautiche a Milano La guida su strada è accattivante ed energica ma quella nei mari e nelle acque in generale ha tutto un altro sapore, ma per gli aspiranti armatori lombardi, prima di poter solcare le onde con la propria imbarcazione, si rende indispensabile il conseguimento delle patenti nautiche […]


Va all’articolo completo cliccando qui –>

Come ho fatturato 46.000 euro in 4 mesi con le affiliazioni

Come accade in ogni business, c’è una grande massa di persone che non riesce a guadagnare nulla (e si lamenta che “non funziona nulla”); una parte di persone che riesce a ricavare qualche piccolo introito e, infine, una percentuale davvero minima di persone che riesce veramente a sfondare.

La differenza tra queste categorie di persone? Chi guadagna veramente online – nel nostro caso di oggi – è maggiormente creativo, meticoloso, paziente e cura i dettagli con estrema pazienza. Che tradotto significa “investe molto più tempo”, dato che si tratta di attività che richiedono un grande investimento di tempo e risorse, siano esse economiche o umane.

Marco Maltraversi appartiene a questa categoria di persone: organizzatore del Marketing Business Summit (per il quale i lettori di AlVerde hanno uno sconto – si veda a fondo articolo), nonché esperto affiliate marketer, oggi ci anticipa di come è riuscito a fatturare 46 mila euro in 4 mesi grazie proprio all’Affiliate Marketing.

Lasciamo la parola a Marco…

Come ho fatturato 46k in un mese con le affiliazioni

Parlando di guadagno online si attira sempre molta curiosità. Ovviamente è un tema molto gettonato e online si trova di tutto.

Chi offre guadagni facili da network marketing, altri con sistemi infallibili sul forex o altri metodi di guadagno più o meno nuovi come affiliate, native adv e via discorrendo.

Durante la mia esperienza sul web ho avuto la fortuna di confrontarmi con diverse persone sia con molta più esperienza, sia con giovanotti intraprendenti che mi hanno aperto la mente sotto alcuni punti di vista.

Per prima cosa, e penso sia d’obbligo dirlo, per GUADAGNARE ONLINE ci vogliono:

  • Impegno
  • Passione
  • Dedizione
  • Inventiva

Nessuno ti regala nulla, nessuno ti darà la formula magica per guadagnare senza fare nulla.

Ne ho letti di libri, ho assistito a riunioni con professionisti nell’affiliate marketing e vi posso garantire che, per ottenere risultati, ci vuole una conoscenza approfondita del web e delle metriche che lo regolamentano e soprattutto una conoscenza profonda della fetta di mercato che si vuole raggiungere.

Io non sono un affiliate marketer, amo fare SEO e tutti quei settori annessi alla visibilità online e alla reputazione. Perché questa premessa? Perché chi fa questo mestiere, ovvero l’affiliate marketer professionista (o chiamatelo come vi pare), è come un broker di borsa, deve essere aggiornato sul pay out migliore, deve conoscere i programmi più redditizi ed essere in grado di farsi dare in anteprima programmi in esclusiva.

Detto questo, come si può guadagnare online?

La seguente immagine riassume alcune delle possibilità di guadagno online, ormai è possibile guadagnare con diversi programmi di affiliazione o con diverse metodologie…

come si puo guadagnare

Un altro aspetto fondamentale è non copiare. Ho avuto la possibilità di lavorare a fianco a di un marketer esperto in affiliazioni che ha avuto il coraggio di mostrami alcune campagne e le sue metodologie di lavoro.

Se avessi reso mio tutto quello che mi stava dicendo e l’avessi replicato, forse avrai guadagnato quanto lui ma sarei andato in competizione senza motivo su una nicchia delicata e avrei diminuito inutilmente il pay out ad entrambi.

Per questo motivo ti consiglio di:

  • Non copiare le nicchie altrui
  • Prendi spunto, ma sii originale
  • Sfrutta più programmi di affiliazione

Un altro problema per chi guadagna online con i programmi di affiliazione è quello di essere legati in modo univoco a una sola piattaforma.

Ad esempio quando si è sparsa la voce che con Amazon si poteva guadagnare bene, boom, tutti ad usare Amazon e poi sentirsi “fregati” all’abbassamento delle commissioni. Oppure aderire a programmi di affiliazione che dopo mesi non pagano le commissioni…

Insomma il mondo del guadagno online è bello e affascinante, ma non è tutto oro quello che luccica…

Ti racconto la mia esperienza

Prima di raccontarti la mia esperienza faccio una breve premessa… leggo molti libri online sul guadagno sull’affiliate e quasi tutti dicono sempre le stesse cose che, per chi è nel settore sono ovvie.

Ad esempio:

  • Apri il tuo blog
  • Crea la tua nicchia
  • Usa la newsletter
  • Ecc ecc

Quindi non ti rivelerò il metodo nuovo e innovativo per fare soldi online, perché di nuovo e innovativo c’è solo la tua creatività e la capacità di avere una visione ampia e concreta di come evolverà il mercato.

Il progetto che ho realizzato che è partito a maggio 2016 è stato un semplice sito settoriale (ma dai la classica nicchia!) in cui è stata posta attenzione su 3 cose:

  • Struttura del sito
  • Informazioni sul sito
  • Layout grafico
  • Ottimizzazioni SEO e non solo…

Per prima cosa si è cercato di dare agli utenti e ai motori di ricerca un sito che fosse al 100% usabile e reattivo, quindi supportava AMP, era veloce e risiedeva su un server in grado di reggere determinati volumi di traffico.

Le informazioni sul sito come articoli, video e categorie sono state attentamente curate e scelte con un’analisi dettagliata dei comportamenti degli utenti.

analisi pagine web

Una volta realizzato il sito si è cercato di fornire informazioni dettagliate agli utenti, migliori di quelle dei competitor.

Infine si sono seguite le comuni norme sulla SEO e visibilità online per rendere nel tempo sempre più visibile il sito web.

link building

Alla fine cosa si è ottenuto?

Nel giro di 4 mesi dal lancio del sito sono stati fatturati 46mila euro, partendo da un blog nuovo e senza campagne adv. In pratica il guadagno netto con le commissioni della piattaforma di affiliate è stato di circa 4.850€ in un mese. Direi non male.

Ora sarai un po’ infastidito perché come moltissimi articoli che parlano di quanto guadagnano online non danno mai informazioni sul sito, o sulle strategie fatte (in una convention ho mostrato uno dei siti con cui guadagno con le affiliazioni, nei 6 mesi successivi ne sono nati 7 identici … evviva l’inventiva!).

Non è questo il caso: a tutti i lettori di alverde che si iscriveranno al MARKETING BUSINESS SUMMIT (www.mbsummit.it) del 23 e 24 novembre (Milano), avranno in omaggio e in esclusiva il video Case Study SEO: da 0 a 38.000 visite al mese (46k di fatturato) con un sito nuovo. Ti spiego come ho fatto!

[Sconto per i lettori di AlVerde di 10 euro + video in omaggio inserendo il codice alverde; inoltre fino all’1 di settembre prezzo in early bid, con risparmio di ben 250 euro]

Ti spiego come ho creato un sito da 0: no domini scaduti o siti con trust. Come questo sito dopo circa un mese dalla creazione abbia generato 46 mila euro di fatturato e circa 31 mila visite organiche dalla SEO. In 30 minuti vedremo un caso studio e le tecniche applicate per arrivare al successo in poco tempo. Quindi ti spiegherò per filo e per segno cosa ho fatto!

A presto.


Grazie Marco! Ora siamo tutti curiosi. Ci vediamo al Marketing Business Summit di fine novembre a Milano!

The post Come ho fatturato 46.000 euro in 4 mesi con le affiliazioni appeared first on alVerde.net.

Continua a leggere

LE TOUR DE FRANCE: SEASON 2017: La Grand Boucle riparte

Recensione Le Tour De France: season 2017: La Grand Boucle riparteSolo il migliore arriverà a Parigi con indosso la maglia gialla. Sei sicuro di avere gambe e cervello per riuscirci?
Autunno e Inverno sono territorio di caccia per gli appassionati di calcio. Primavera ed Estate invece sono stagioni dedicate a tennis e ciclismo. Ai fan di quest’ultimo sport è dedicata l’ennesima edizione del Tour de France per PS4. Rispetto alla versione 2016 le novità non mancano. Potrai partecipare anche all’edizione …

Va all’articolo completo cliccando qui –>

Imparare dai migliori: “benrasato”, un caso di successo sull’affiliate marketing

Quando ti imbatti in un sito perfetto dal punto di vista dell’affiliate marketing come nel caso di benrasato.com, non puoi fare a meno di “levarti il cappello” di fronte a tale competenza. Osservando questo sito web, si intuisce l’enorme lavoro che ci sta dietro, in fatto di qualità e quantità dei contenuti, ma al tempo stesso la semplicità del sito stesso dimostra come non si debba essere chissà quali esperti SEO o web developer.

Certo, bisogna avere un’ottima conoscenza delle dinamiche SEO, però questo caso racconta di come un sito fatto in WordPress con un forte focus sui testi, sugli argomenti da trattare e sulle regole di SEO “on-site” (a mio avviso alla portata di tutti), può essere uno starter-pack sufficiente per intraprendere un progetto di affiliate marketing con ritorni evidenti.

Il caso che presentiamo oggi è tipico: un sito web che si piazza su una nicchia ben precisa (“eliminazione dei peli superflui” tramite rasoi elettrici/regolabarba/tagliacapelli/epilatori), con prodotti venduti a un prezzo relativamente alto, che sfrutta pienamente il programma di affiliazione offerto da Amazon, e che punta forte su confronti, paragoni e classifiche con “i migliori prodotti…” per risolvere un problema molto pratico di un utente.

Un’analisi del sito benrasato.com rivela tutta una serie di scelte felici e particolarmente efficaci, a mio avviso. Eccole.

Gli elementi di successo di un caso di affiliate marketing eclatante | benrasato.com

  1. Ad una prima vista, il sito appare molto semplice: colori base, caricamento super rapido. Il sito è realizzato con WordPress e altro non è che un ampio insieme di post su vari argomenti, categorizzati. Fine.
  2. L’home page è un articolo di oltre 5300 parole sulla query principale del sito, quella che probabilmente porta il maggiore traffico (“Qual è il miglior rasoio elettrico”). Scrivere un articolo di oltre 5000 parole richiede giorni e giorni di lavoro.
  3. In questo articolo, come in tutti gli altri, si trova moltissimo testo e diversi contenuti multimediali: foto, video, schemi che rappresentano in maniera visiva i prodotti e le loro caratteristiche principali, ma anche costanti call to action verso i siti esterni – con link affiliato.
  4. Ogni contenuto testuale riesce a mantenere un’alta leggibilità nonostante l’enorme quantità di parole spese. Questo grazie ad alcune scelte stilistiche (font, dimensione caratteri, contrasto, spaziature), ma soprattutto anche a un intelligentissimo sommario che – punto per punto – elenca gli argomenti trattati nell’articolo, che non a caso viene
  5. Il title di ciascuna pagina è centrato sulla query principale, che praticamente sempre corrisponde a una ricerca ben precisa (a un’esigenza informativa) dell’utente. Gli headings ad altri argomenti correlati, sempre con un taglio “how to / come fare per”, decisamente pragmatico e risolutivo dei dubbi che arrivano all’utente che voglia acquistare un rasoio.
  6. Il menù racchiude e categorizza sotto varie etichette gli articoli. Di fatto, il menù non fa altro che ordinare in modalità “matrioska” gli articoli sulla base delle esigenze informative degli utenti. Trovo sia un sistema molto efficace, che bypassa la classica divisione in categorie e offre un ordine molto preciso e veloce all’utente. Sono comunque presenti le categorie e anche dei rimandi a siti esterni, ma posizionati in una posizione poco visibile della sidebar.
  7. Punti di conversione? Nei posti migliori, ma senza infastidire la lettura: all’interno dell’articolo, ma anche in sidebar.
  8. Non solo link affiliati di specifici rasoi; si trovano anche
    1. un arguto e ben visibile bottone verde in sidebar, intitolato “Bestseller in Amazon”, sempre sulla categoria rasoi.
    2. Una voce di menù colorata in arancione intitolata “Le offerte di oggi”.

L’obiettivo è quello di collezionare un alto numero di click sul link affiliato generico, essendo questi due rimandi esterni decontestualizzati da specifici articoli e molto ben visibili: attirano naturalmente molti click, per la serie “qualcuno acquisterà qualcosa”, statisticamente.

  1. Tutti questi contenuti danno sicuramente fiducia all’utente, che avverte di essere arrivato nel sito con maggior approfondimento e confronto su questi prodotti. Però rimane il fatto che molti utenti non hanno il tempo per leggere tutte queste guide, perciò – forti della fiducia trasmessa dal sito – si affideranno volentieri alla mini classifica con i top 3 rasoi elettrici che appare in alto a destra, in home page (la url più letta e linkata in assoluto).
  2. Il dominio fu comprato ad inizio 2014. Sono passati 3 anni e mezzo: per certi risultati serve tempo (anche se chi è del settore saprà che 3 anni possono essere anche pochi…).

Sono tutti fattori che a mio avviso determinano l’enorme successo del sito. SeoZoom rivela dati davvero sorprendenti. Di seguito riportiamo uno dei risultati migliori registrato qualche mese fa; ad oggi c’è un minimo calo, ma l’andamento è molto ondivago.

Il sito è posizionato nei primi 3 risultati di Google per oltre 1100 keyword

Il sito è posizionato in posizione 4 – 6 di Google per oltre 780 keyword

Il sito è posizionato in posizione 7 – 10 di Google per oltre 785 keyword

posizionamento del sito lungo diverse keyword

Il profilo backlink è abbastanza esiguo, a conferma del fatto che qualità e quantità dei contenuti di nicchia pagano sempre, anche senza eccessivi investimenti in link building.

Facile? NO, affatto. Ma non c’è nulla di impossibile. Casi di questo genere tracciano una via molto chiara, da poter seguire e perché no imitare in altri settori. Però attenzione: studio, competenze, applicazione costante, investimenti, tempo sono sempre alla base di un progetto di affiliate marketing vincente.

The post Imparare dai migliori: “benrasato”, un caso di successo sull’affiliate marketing appeared first on alVerde.net.

Continua a leggere

NEX MACHINA: Chi salverà gli umani dai robot?

Recensione Nex Machina: Chi salverà gli umani dai robot?Un’orda di robot senza pietà vuole cancellare l’umanità: solo l’eroe senza nome del nuovo shooter di Housemarque può salvarci
Lo sparatutto arcade è un genere in fondo semplice da descrivere. Devi sparare a tutto ciò che si muove ed evitare di essere colpito dalla pioggia di proiettile dei nemici. Fine. Semplice da spiegare però non significa che sia anche semplice da giocare, né da realizzare. Nella maggior parte dei …

Va all’articolo completo cliccando qui –>